Brescia, la corsa dei Santi Faustino e Giovita

La gara non competitiva, promossa da CorrixBrescia, è fissata per giovedì 12 febbraio alle 19.30 da piazza Vittoria.

Più informazioni su

running-corsa(red.) Importante appuntamento per gli appassionati della corsa. Giovedì 12 febbraio alle 19.30 da piazza Vittoria prenderà il via la corsa non competitiva dei Santi Faustino e Giovita, promossa da CorrixBrescia, che fa parte del programma delle celebrazioni dei patroni della città. I partecipanti correranno lungo le vie della città in un percorso contraddistinto dalla suggestione dei luoghi che ricordano episodi della vita dei santi patroni.
La partenza è prevista da piazza Vittoria. Il percorso si snoderà lungo via IV novembre, via Mazzini, via Sant’Agata, corso Mameli, via Paitone, per poi arrivare alla chiesa di San Giovanni. I partecipanti proseguiranno in via San Giovanni, via Capriolo, palazzo Inselvini, via Grazie, contrada del Carmine, via San Faustino, giungendo alla basilica dei Santi Faustino e Giovita. Da via San Faustino si salirà e si scenderà dal Castello, per poi incamminarsi verso la chiesa di San Pietro in Oliveto, via Brigida Avogadro, il monumento ai Santi Faustino e Giovita al Roverotto, piazzale Arnaldo, largo Torrelunga, Parco dell’acqua, i giardini di Spalto San Marco e via Spalto San Marco. Dal distretto militare, i corridori imboccheranno via Callegari, via Monti, via Crispi, arrivando alla chiesa di San Faustino ad Sanguinem (Sant’Angela Merici). E poi giù per via Gallo, via Cattaneo, via Mazzini, via dei Musei, fino ad arrivare alla chiesa di San Faustino in Riposo (Santa Rita). Da via Gasparo da Salò, si giungerà al Museo Diocesano e poi ai chiostri di San Giuseppe, percorrendo via Mameli e attraversando piazza Rovetta e piazza della Loggia. L’ultimo segmento del percorso è costituito da via X giornate, via IV novembre e piazza Vittoria, dove si concluderà la corsa.
La corsa non competitiva CorrixBrescia è un’iniziativa che già da un paio di anni fa parte del calendario delle celebrazioni dedicate ai Santi Patroni. Runner e camminatori saranno condotti in un percorso che toccherà i luoghi legati alla fede, alla storia e alla leggenda dei Santi Faustino e Giovita. Diversamente dal passato però quest’anno non sarà una gara ma il consueto allenamento “del giovedì” in pieno stile CorrixBrescia, con qualche aggiunta molto particolare, per dare vita a una serata dedicata a Brescia e alla brescianità.
Il percorso, che si svolgerà su un giro unico di circa 8 km (anziché i soliti due più corti) toccherà i posti che tradizionalmente rievocano i Santi Patroni: la chiesa omonima, il Roverotto sulla discesa dal castello, tratto di mura dove, il 13 dicembre 1438, i due santi difesero la città assediata da Nicolò Piccinino, comandante delle truppe sforzesche. Sarà poi la volta della chiesa di Sant’Angela Merici, conosciuta anche come “San Faustino ad sanguinem” dove i due nobili cavalieri bresciani, convertiti al cattolicesimo, vennero giustiziati e sepolti verosimilmente tra il 120 e il 134 d. C. Verso la fine del percorso è previsto il passaggio davanti alla chiesa di Santa Rita meglio nota come “San Faustino in riposo”, perché qui sostò il corteo durante la traslazione dei corpi dei due santi verso la chiesa a loro intitolata.
Non solo. La particolarità della serata è che runner e camminatori potranno entrare in alcuni siti antichi del centro storico, generalmente non aperti al pubblico, oppure non conosciuti ai più, come ad esempio i chiostri di San Giovanni, tra i più antichi della città. Si proseguirà poi con il palazzo Fenaroli in via Grazie, risalente alla fine del Settecento, sede del “club della Brescianità”, dove sono nate RadioBresciaSette, Teletutto e Bresciaoggi. Dopo il centro storico si salirà al castello per visitare il convento dei frati Carmelitani che gode di una bellissima vista sulla città. Poi si arriverà ai due chiostri dei Saveriani che custodiscono alcuni pregevoli dipinti. Passando dal cortile degli Artigianelli si scenderà dal castello e si raggiungerà l’ex distretto militare, ora Centro Documentale dell’Esercito, anticamente monastero di San Gaetano e convento dei cappuccini. Infine si farà tappa al Museo Diocesano e ai chiostri di San Giuseppe risalenti al 1500, ben tre in successione di cui uno affrescato.
Non è tutto. La serata sarà allietata da musica bresciana: tornati in piazza Vittoria, i partecipanti saranno accolti dalle strofe in dialetto del giovane rapper Dellino & The Farmer, conosciuto e apprezzato dai giovani.
Informazioni: www.corrixbrescia.blogspot.it

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.