Quantcast

Volley, Millenium al tie break con Trento

Importante vittoria alla prima di campionato di B1. Le ragazze neo promosse hanno sconfitto una squadra blasonata.

(red.) Millenium, squadra di volley femminile neo promossa in serie B1, affronta la prima di campionato in casa contro uno degli avversari più impegnativi del girone come lo Studio 55 Ata Trento, e sebbene alle trentine mancasse un attaccante importante, hanno dato del filo da torcere alle bresciane.
Coach Nibbio opta per Baldi opposto, Zamora e De Stefani come bande, Dall’acqua e Raccagni centrali, Galtarossa al palleggio e Saltalamacchia libero. Nel primo set Millenium parte in quarta mentre Trento resta in prima. Brescia è implacabile e gioca bene, i parziali sono nettissimi: 8-4, 16-7, 21-7 e un 25-12 conclusivo. Le bresciane sembrano incontenibili, ma sono anche consce che lo squadrone che hanno fatto sembrare piccolo piccolo nel primo set, si sveglierà.
Infatti Ata si riprende subito, quantomeno con i suoi attaccanti, e Millenium cala in ricezione: ecco che le cose si complicano per le padrone di casa che vanno sotto di 5 punti. Nibbio chiama time-out, si affida agli ingressi di Calzoni e Bellini. Millenium ci mette cuore, grinta e carattere, costringendo le avversarie ai vantaggi. Saltalamacchia difende l’impossibile, gli attaccanti fanno il resto: 26-24 e 2-0. Zamora e Baldi sono le bocche da fuoco bresciane, a cui Mezzi, Bogatec e Prandi rispondono dall’altra parte della rete. Il terzo set è una sfida indiavolata, fatta di colpi pregevoli e una bella pallavolo. Entrambe le squadre danno il meglio e il folto pubblico si infervora, applaudendo più volte il grande impegno delle giocatrici. Oltre la metà del set, Millenium prova a rompere l’equilibrio e si porta 21-17. Sembra fatta ma ecco che esce la caratura dell’avversario, che forza la battuta e viene premiato delle imprecisioni delle bresciane che si fanno rimontare 25-27.
Comunque applausi meritati per le due formazioni. Fisiologicamente il quarto set vede un calo di intensità. Millenium spreca al servizio, Ata traballa in ricezione e nessuna delle due formazioni prende il largo. Trento però si ricorda di essere valida a muro, mentre le bresciane si perdono proprio in questo fondamentale, non riuscendo ad arginare gli attacchi avversari e perdendo 25-27. Ora le padrone di casa sono tese e vanno subito in apnea nel tie-break, ma proprio quando Trento sembra avviarsi alla vittoria, la pallavolo si dimostra ancora una volta sport imprevedibile. Entra Biava e Millenium prova il tutto per tutto senza più sbagliare dai 9 metri, contestualmente gli attaccanti trovano spazio e bucano la difesa trentina per il pareggio e il sorpasso. Saltalamacchia si esalta dietro e due muri incredibili portano Brescia alla vittoria 15-10.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.