Metalleghe, riconfermata Patrizia Zampedri

Il libero classe 1993 ha firmato per un altro anno nella squadra neo promossa in A1. "Siamo felici che abbia deciso di restare".

(red.) Il mercato sportivo non è fatto solo di acquisti e cessioni, ma anche di riconferme. La Promoball Vbf ha comunicato la conferma del  libero Patrizia Zampedri, completando così la rosa delle atlete che  vestiranno la maglia biancorossa nel prossimo campionato di serie A1.
Classe 1993, Patrizia inizia giocare nelle giovanili della Promoballvbf,  vincendo 3 campionati provinciali under18 nel 2006/2007, 2007/2008 e  2009/2010, anno in cui partecipa anche al campionato di prima divisione,  in prestito al Borgovolley, con cui conquista la promozione in serie D. Dopo due stagioni consecutive nella categoria regionale, giocate una con  la maglia del Flero e l’altra con quella del Borgovolley, arriva  l’ingaggio in serie A2 da parte della Sanitars Metalleghe Mazzano, prima  agli ordini di coach Carlo Zanoni e poi di Leonardo Barbieri, subentrato  nel febbraio 2013 alla guida della squadra.
A seguito dell’infortunio del libero titolare, Patrizia si trova in  campo a giocare il derby bresciano contro la Systema Montichiari già a  dicembre 2012 e affronta la sua occasione senza farsi sopraffare dalla  tensione. Superato il test del big match, continua a ritagliarsi spazio  in squadra, al punto che a fine anno arriva la conferma per la seconda  stagione in A2. Nel campionato 2013/2014 il tecnico Barbieri le rinnova la fiducia: Patrizia entra in campo e contribuisce a far girare ricezione e difesa  senza paura. Dopo la conquista della promozione nella massima serie, la  stessa atleta ammette che la sua conferma non era affatto scontata e non  nasconde la gioia di averla ottenuta. “Nello scorso campionato ho cercato di farmi trovare pronta ogni volta  che Leo Barbieri mi ha chiamata in campo e mi sono impegnata a crescere  tecnicamente con umiltà. Credo di avere dato il mio contributo alla  promozione e mi sono sentita sempre parte della squadra”.
Il General Manager Franco Zampedri sottolinea che “La società ha voluto  fortemente la conferma di Patrizia, perché crediamo che il prossimo anno  sarà essenziale per il miglioramento del suo bagaglio tecnico e ci  auguriamo che l’atleta possa trarre il massimo vantaggio dallo stare sul  palcoscenico della massima serie, in termini di opportunità per il suo  futuro. Sapevamo che Patrizia avrebbe avuto qualche perplessità: un’atleta di 21  anni vuole soprattutto giocare, anche a costo di scendere di categoria.  Noi come società crediamo però che la A1 sia un’occasione imperdibile  per migliorare tecnicamente e chissà che non sia un trampolino di lancio  per la sua giovane carriera. Siamo felici che abbia deciso di restare”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.