Quantcast

Montichiari, riconfermato coach Barbieri

L'allenatore della Metalleghe siederà in panchina anche per la stagione 2014-2015. Per lui si tratta di un glorioso ritorno alla serie A1 di volley.

(red.) Allenatore che vince non si cambia. È stato siglato martedì. sera, infatti, l’accordo tra la società biancorossa e il tecnico lodigiano che, dopo aver portato nel 2012/2013 la squadra bresciana ai play off e nel 2013/2014 nell’Olimpo del volley, il prossimo anno sarà alla guida della serie A1.
Barbieri torna quindi ad una categoria che ben conosce dopo le esperienze a Piacenza e Crema: “Questa è stata una stagione particolare, davvero bella da vivere – spiega l’allenatore delle monteclarensi -: tutti sanno delle nostre vicissitudini fisiche, i momenti di allegria si sono alternati a momenti di sconforto, ma alla fine siamo riusciti a festeggiare. Sono quindi contento di questa riconferma e del mio ritorno su una panchina di A1, una categoria tosta dal livello di gioco altissimo. Lo spettacolo al PalaGeorge sarà garantito: arriveranno grandi squadre, e non vedo l’ora che i bresciani possano vivere queste emozioni. Sappiamo che cos’è l’A1, ma la Promoball Vbf della famiglia Zampedri ha i mezzi e la solidità per rimanerci, ragionando con molta calma sul futuro senza farsi prendere dall’euforia. Sono felice, poi, non solo della riconferma in sé, ma anche di rimanere a Montichiari, circondato dai numerosi tifosi che mi han voluto bene fin da subito, gratificandomi sia lavorativamente che umanamente. Stessa cosa vale per l’amministrazione comunale e soprattutto per il sindaco Zanola, che tanto ci teneva che fossimo noi a riportare la grande pallavolo al mitico palazzetto di via Falcone, tingendolo di rosa e facendo così un regalo a Montichiari e a tutta la provincia di Brescia: sono certo che già i mondiali creeranno molto entusiasmo, mentre noi faremo di tutto per onorare questa bellissima e storica struttura”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.