Quantcast

Volley, Montichiari in serie A1

Nell'incontro con la squadra di Monza di domenica 6 aprile, le ragazze del Metalleghe Sanitars hanno conquistato il punto che serviva per la promozione.

(red.) Vola in serie A1 la Metalleghe Sanitars Montichiari.
La squadra di volley femminile di Brescia ha conquistato la promozione portando a casa un punto con la vittoria di due set a zero contro la squadra del Monza, nell’incontro di  domenica 6 aprile.
Con un turno in anticipo rispetto alla fine del campionato, una Metalleghe Sanitars Montichiari tutta testa e cuore conquista contro la Saugella Team Monza il punto necessario per volare nell’Olimpo del volley: le bresciane mettono subito in cassaforte i primi due set, e la gioia della Promoball Vbf si fa incontenibile. Il risultato della gara, dopo due ore di gioco, vedrà Monza trionfatrice al tie break, ed è un risultato che in qualche modo accontenta entrambe le squadre. Quello che ad inizio stagione sembrava solo un sogno, comunque, ora è realtà, e il PalaGeorge può riappropriarsi della massima serie, questa volta tingendosi però di rosa. Gioia, abbracci, lacrime: i festeggiamenti iniziano già alla fine del secondo set, quando la matematica sancisce la promozione diretta delle biancorosse. A quota 50 punti, infatti, la Metalleghe Sanitars è +3 dalle dirette inseguitrici del Bisonte San Casciano, 47 punti, e con il miglior quoziente set riesce così ad evitare la tensione del verdetto all’ultima giornata.
«Non potevo essere più felice di così» ha commentato a fine gara il presidente della Promoball Vbf, Giuseppe Zampedri. «È una promozione che abbiamo cercato lavorando sodo e, senza remore, affermo che ce la meritiamo: dopo un anno così tribolato, con infortuni pesanti, ci siamo rimboccati le maniche e ora siamo in A1». «L’importante, oggi, era scendere in campo cariche e aggressive – ha dichiarato poi la palleggiatrice Ludovica Dalia- certo nel secondo set abbiamo commesso qualche errore, troppo prese dalla voglia di chiudere, ma va bene così, un punto ci serviva e un punto abbiamo conquistato. Non è stato facile recuperare assenze importanti, ma ce l’abbiamo fatta, e siamo stati tutti davvero bravi”». «Sono contento per la squadra, per tutte le persone che nell’ombra hanno lavorato con noi per tagliare questo traguardo – ha affermato poi il coach delle promozioni, Leonardo Barbieri -. Questa è una vittoria di tutte: non è retorica, perché tutte dalla prima all’ultima hanno contribuito per il raggiungimento di questo magnifico risultato».
Il primo set inizia con la battuta out di Facchinetti. Montichiari picchia forte fin da subito con Gravesteijn e, anche se la copertura a muro è da sistemare, con Saccomani e Musti De Gennaro brave a muro e in attacco è 1-6.  Mister Mazzola chiede allora il tempo, ma Monza pasticcia e Guatelli dalla seconda linea ne approfitta. Ad interrompere il momento no del Saugella ci pensa Viganò, vincente sia sottorete che dai nove metri, ed è 3-7: Musti De Gennaro, però, è decisamente in giornata e, con il muro di Dalia e l’ace di Saccomani, Montichiari continua prepotentemente a macinare punti. Monza aumenta allora la pressione a muro con Bonetti, ma al primo stop tecnico sono comunque le bresciane a comandare per 8-12. Il distacco torna ad aumentare con un errore biancoblu e con un colpo di Alberti: Viganò tenta di farsi sentire, ma l’errore al servizio di Bonetti non aiuta le brianzole. Con il lungolinea di Gravesteijn  è 10-18; Monza mescola allora le carte inserendo Garavaglia e Saveriano, ma gli errori commessi sono ancora troppi.
La Metalleghe Sanitars non si lascia sfuggire questa ghiotta occasione e martella le avversarie fino al 13-25 finale. (Monza:  1 battuta punto e 2 errori, 74% in ricezione e 1 errore, 31% in attacco e 5 errori, 4 muri. Montichiari:  0 battute punto e  0 errori,  75% in ricezione e 1 errore, 43% in attacco e 1 errore,  2 muri). Nel secondo set la palla è pesantissima. Gravesteijn in fase offensiva e Alberti a muro impongono il giusto ritmo al gioco, ma dall’altra parte del campo Viganò e Garavaglia non demordono. È 3-3, poi Musti De Gennaro dà il meglio a muro. La difesa di Portalupi, poi, funziona a dovere e Dalia riesce a servire al meglio Saccomani: Montichiari guadagna un break di +2, ma con un paio di attacchi out e un palla delle brianzole toccata a muro, è Monza a comandare per 6-5, poi per 10-8. Le mani di Alberti e due imprecisioni delle locali riportano la Metalleghe Sanitars in carreggiata, ma al primo time out tecnico è il Saugella, trascinato da Bruno e Viganò, a trovarsi in vantaggio per 12-11. Con Gravesteijn e Saccomani si gioca sul filo dell’equilibrio fino al 13-13, poi con Viganò e Bonetti le padrone di casa si portano sul +4: questa volta è coach Barbieri a chiamare a sé le proprie ragazze, che faticano ad imporsi come nel parziale precedente. Con la grinta di Musti De Gennaro, di Guatelli e di Alberti, quest’ultima eccezionale a muro, Montichiari mostra il suo solito carattere, recuperando un punto dopo l’altro e riuscendo a riportarsi in vantaggio. È 19-21, Montichiari è sempre un passo avanti ma si continua a fatica e il tabellone segna 24-24. Dopo la schiacciata out di Saccomani, coach Barbieri chiede di nuovo il tempo: le sue parole fanno bene alle biancorosse che, con l’ace firmato da Gravesteijn e un attacco out di Monza vincono 25-27 conquistando la serie A1.
Nel terzo set coach Barbieri inserisce Milani, Zampedri, Zanotto e Rebora; la Saugella, invece, torna in campo con lo stesso sestetto: ci sono ancora due punti da conquistare e  l’avvio è in salita, ma la Metalleghe Sanitars – malgrado abbia già raggiunto il risultato più importante – non demorde, continuando a lottare. È 8-4, 16-8, 21-14, 25-16.
Nel quarto set la Metalleghe Sanitars rientra facendo girare tutte le sue giocatrici, e la battaglia ricomincia. È 4-4, poi 11-11: qui qualche imprecisione delle biancorosse permette a Monza di scavare un solco di +3. Con il muro di Rebora Montichiari tenta di accorciare, ma le padrone di casa sono determinatissime e scappano sul 20-16; le biancorosse, però, vogliono portare nel Bresciano l’intero bottino: con caparbietà si portano a -2 e, con le mani di Zanotto e il muro di Rebora, è 23-23. Con Viganò e un colpo out di Montichiari, però, è 25-23. (Monza:  2 battute punto e 3 errori, 45% in ricezione e 1 errore, 26% in attacco e 2 errori, 1 muro. Montichiari:  0 battute punto e  2 errori,  62% in ricezione e 4 errori, 39% in attacco e 4 errori,  5 muri). Si va, quindi, al tie break, ma è di nuovo una lotta punto a punto.
Sul 3-3, un attacco di Gravesteijn e un muro di Saccomani trascinano la Metalleghe Sanitars sul 3-5: si gioca tra alti e bassi, con Monza che non vuole mollare e con le biancorosse che vogliono conquistare un altro punto. Si va sull’8-8, poi la fast di Facchinetti, l’ace di Bonetti e l’attacco di Viganò portano le locali sull’11-8. Guatelli prova a cambiare le cose e, aiutata dai muri punto di Saccomani e Alberti, è 11 pari. Qui qualcosa va storto: la battuta di Gutelli, infatti, esce dal campo, mentre quella di Facchinetti funziona a dovere, tant’è che si va sul 13-11. Monza, però, si fa imprecisa e con un out di Viganò e un attacco a rete di Bruno, è 14 pari: si prosegue fino al 17-17, poi con Facchinetti vincente e Guatelli out, è la Saugella a trionfare per 19-17.
Ora il prossimo impegno sarà domenica prossima contro il Bisonte San Casciano, ormai inoffensivo per quanto riguarda la classifica: la Promoball Vbf festeggerà domenica di fronte ai propri tifosi,  ma farà un brindisi già domani al Vinitaly con lo sponsor Malavasi, presente con il suo Rosè.
Risultati: Saugella Team Monza  3 Metalleghe Sanitars Montichiari  2 (13-25, 25-27, 25-16, 25-23, 19-17).
Saugella Team Monza: Viganò 23, Garbet n.e., Garavaglia 11, Bonetti 18, Bruno 11, Balboni 2, Aricò 3, Facchinetti 10, Nomikou, Rinaldi. Lib: Bisconti e Pastrenge n.e. All: Mazzola.
Metalleghe Sanitars Montichiari: Guatelli 13, Dalia 2, Rebora 4, Zanotto 6, Alberti 15, Saccomani 16, Musti De Gennaro 14, Milani, Gravesteijn 13, Zampedri. Lib: Portalupi. All: Barbieri, Scatoli.
Arbitri: Massimo Piubelli e Fabio Bassan.
Note: Durata dei singoli set: 20’, 30’, 23’, 27’, 21’. Monza:  8 battute punto e 9 errori, 63% in ricezione e 8 errori, 35% in attacco e 17 errori,  6 muri. Montichiari:  1 battuta punto e 7 errori,  59% in ricezione e 11 errori, 34% in attacco e 17 errori,  19 muri.

 

 

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.