Quantcast

Volley, Sanitars alla sesta vittoria consecutiva

Domenica le ragazze di coach Barbieri hanno sconfitto la Corpora Gricignano. Volano a 44 punti e sono prime in classifica.

(red.) Sesta vittoria consecutiva, domenica 16 marzo, per la Metalleghe Sanitars Montichiari, che tra le mura amiche dell’inviolato PalaGeorge, supera con un netto 3-0 la Corpora Gricignano di Aversa. Le bresciane volano quindi a quota 44 punti, prime in classifica ma con San Casciano sempre dietro a -1: le ragazze di coach Barbieri danno il meglio soprattutto in battuta e nei fondamentali di seconda linea, rimanendo sempre concentrate. “In settimana abbiamo lavorato molto, e ancora la squadra sta migliorando – commenta coach Barbieri -. Contro Gricignano abbiamo prestato grande attenzione soprattutto alle azioni prolungate, rimanendo umili e concentrati, soprattutto nel primo set, dove le ospiti sono scese in campo carichissime e alla ricerca di punti. La Corpora ha sicuramente giocato una buona partita, ma noi abbiamo difeso benissimo”.
All’avvio del primo set si gioca sul filo dell’equilibrio: dopo una buona partenza, infatti, Montichiari si lascia raggiungere dalle agguerrite avversarie che, guidate da Pascucci, si portano sul 6-6. Qui le mani di Musti De Gennaro e Guatelli e un attacco out di Repice permettono alle biancorosse di conquistare un break di +3. È 9-6, poi 12-9. Con i due ace di Guatelli, l’invasione segnata a Senkova, le schiacciate di Saccomani e l’out di Gabbiadini, Montichiari vola sul +8. La Corpora si rimbocca allora le maniche in fase offensiva ea muro con Giuliodori, e il tabellone segna 19-14: Dalia richiama quindi le sue compagne, che rispondono subito presente. Drozina tenta allora la carta del pallonetto, ma la Metalleghe Sanitars mette il turbo, frena la furia di Pascucci e chiude 25-17. Nel secondo set è sempre lotta, con le campane ad un solo passo dalle locali: a sbloccare la situazione sci pensano Musti De Gennaro e Guatelli, che trascinano le proprie compagne sull’11-7. Con un’eccezionale Portalupi, poi, le biancorosse riescono a costruire un gioco sempre incisivo, e con Gravesteijn e Guatelli è 16-9. Senkova in attacco prova a far avanzare la Corpora, ma la battuta a rete di Drozina non aiuta. È 22-11: sul finale la ricezione e l’attacco bresciano scricchiolano, poi Saccomani e Musti De Gennaro mettono la parola fine al match. È 25-15.
All’inizio del terzo set è Alberti a dettare legge, sia in attacco che a muro: è 4-2 e, complici le imprecisioni della Corpora, 6-2. Con le mani prepotenti di Drozina sottorere e Giuliodori che si ritaglia spazi importanti, le ospiti tentano subito di ricucire lo strappo: Montichiari, però, è inarrestabile e, sfruttando la potenza di Gravesteijn e l’astuzia di Dalia, scappa sul 10-5. L’olandese macina un punto dopo l’altro e, aiutata da Alberti ottima a muro e in battuta, è prima 16-9 e poi 25-13.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.