Brescia vince ma è fuori dalla Final Six

Impressionante prestazione di Giddens e compagni che stravincono 94-75 contro Forlì. Grande prestazione di tutta la squadra e su tutti di Di Bella e Fultz.

(red.) Apre e chiude bene la Centrale del Latte. Ovvero, inaugura un 2014 sotto i migliori auspici e contemporanemente consolida una buona posizione di classifica, chiudendo con una vittoria il girone d’andata.
Non ci sono stati i supplementari stavolta,  incubo della fase iniziale del campionato, a rovinare la festa della Leonessa del basket, che domenica 5 gennaio, al San Filippo, ha sconfitto 94-75 la Fulgorlibertas di Forlì. Una vittoria del collettivo, con ben 5 uomini in doppia cifra: il solito Giddens chiude a quota 21 (a cui aggiunge anche 11 rimbalzi), segue Gino Cuccarolo a 14 e il trio Loschi-Slay-Rinaldi con 11 punti.
Grande inizio di partita per entrambe le squadre, che come da previsione, danno vita a un match giocato a ritmi altissimi: subito dalla contesa Slay segna in layup, ma dall’altra parte arriva subito la risposta dell’ex Crow da oltre l’arco. Cain comincia a fare il consueto lavoro sporco sotto le plance, ben contrastato però da un ottimo Tommaso Rinaldi. Botta e risposta dall’arco tra Giddens e Crow e dopo 4 minuti di gioco si è già sul 9-11 per Forlì. Il ritmo continua a essere molto alto e nonostante i numerosi errori al tiro, il punteggio continua a viaggiare su ritmi altissimi: Brescia prova a scappare con Fultz e Giddens, ma Forlì con un colpo di reni si riporta avanti e chiude il primo quarto avanti sul 22-20.
Nel secondo quarto la partita ha una svolta con l’ingresso in campo di Gino Cuccarolo, che in un amen mette a referto 8 punti e 4 rimbalzi che aprono il parziale che permette alla Leonessa di andarsene: piovono canestri anche dal resto del quintetto (Loschi, Fultz e Bushati) e coach Galli e costretto a chiamare timeout. Al rientro in campo Forlì non incide in attacco e in difesa non riesce a limitare Brescia, che recupera due palloni consecutivi e costringe Forlì a un altro timeout sul 44-33. Arriva la timida risposta di Forlì, che chiude comunque sotto di 13 lunghezze il primo tempo (48-35).
L’inizio di terzo quarto è dominato da Brescia, con Giddens e Rinaldi protagonisti: in men che non si dica la Leonessa vola a +18 (59-41) e coach Galli è costretto a chiamare l’ennesimo timeout per riordinare le idee. Fa la sua comparsa in campo nuovamente Gino Cuccarolo, che segna immediatamente un altro parziale personale di 6 punti, che insieme al 3/3 ai liberi di Loschi e al canestro sulla sirena di terzo quarto  di Giddens, vale il +20 dopo 30 minuti esatti di gioco. L’ultimo quarto si apre con un Giddens Show, autore di un 2/2 dall’arco ravvicinato e il solito dominante Gino Cuccarolo. Dall’altra parte si diverte Jazz Ferguson, autore di una prestazione pazzesca da oltre l’arco, sfortunatamente non seguita dal resto della squadra: le magie del folletto americano non servono però a Forlì per rientrare in partita. Brescia si impone con autorevolezza per 94-75.
Una vittoria però dal retrogusto amaro: nonostante il successo, infatti, Brescia è comunque tagliata fuori dalla Final Six di Adecco Cup. Pazienza, l’importante è che si continui su questa strada, in vista dei play-off.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.