Quantcast

Volley, Metalleghe a Bolzano per la coppa Italia

(red.) Domenica la Metalleghe Sanitars Montichiari incontra la Volksbank Sudtirol Bolzano8 novembre 2013, Montichiari. È tempo di Coppa Italia per la Metalleghe Sanitars, che domenica alle 18 sarà al Palaresia di Bolzano per la gara d’andata degli ottavi di finale.
Le avversarie delle bresciane saranno le arancio blu del Volksbank Sudtirol, tra le cui fila milita l’ex Promoball Vbf   Sara Ceron: la squadra di coach Bonafede, neopromossa, ha già mostrato di che pasta è fatta nelle prime giornate del campionato superando Crovegli e Sala Consilina (ma cedendo contro Scandicci), quindi le bresciane – ancora in situazione d’emergenza dopo il ko di Kajalina – dovranno fare del loro meglio per prevalere sulle trentine.Serena e compagne dovranno fare attenzione soprattutto alla centrale Menghi – lo scorso anno alla Systema Montichiari e tra le migliori realizzatrici del campionato – e alle forti schiacciatrici Papa e Mc Neal, due delle sorprese della serie A2.
“Anche se quella di domenica non è una gara di campionato, vogliamo andare avanti con i nostri risultati positivi – commenta Elena Portalupi, libero del Montichiari -. Abbiamo studiato bene le nostre avversarie, assolutamente da non sottovalutare: noi cercheremo scendere in campo concentrate, tentando di di imporre fin da subito il nostro gioco”. “Bolzano è una squadra solida che, pur essendo una neopromossa, ha già i risultati dalla sua parte – dichiara poi Leonardo Barbieri, tecnico della Metalleghe Sanitars -: per noi questo è quindi un incontro importante, perché la Coppa Italia ci permette di continuare a sviluppare e migliorare il nostro gioco. Arriveremo a Bolzano con la giusta determinazione: siamo carichissimi, vogliamo fare bene. In settimana lavoriamo molto, e si è formato un bel gruppo: a quasi un mese dal suo infortunio al ginocchio, poi, Kajalina sta recuperando e lavora sodo sotto lo sguardo attento del dottor Bettinsoli e del suo staff. Al momento viene in palestra a tirare qualche pallone, ma senza saltare: siamo comunque sulla strada giusta”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.