Rugby, 7 mesi squalifica per un pugno in campo

La pena del giudice sportivo inflitta al giocatore del Cammi Calvisano Luigi Ferraro che, nel match del 23 dicembre con il Viadana, a gioco fermo, colpì Riccardo Pavan.

(red.) Brutta pagina per la sport bresciano. Il giudice sportivo della Fedrerugby ha infatti comminato sette mesi di squalifica a Luigi Ferraro del Cammi Calvisano (Brescia) per aver colpito un avversario con un pugno, a gioco fermo, durante il match dello  corso 23 dicembre contro il Riccardo Pavan, giocatore del Viadana.
Il giudice si è avvalso della prova-tv. A Ferraro sono stati inflitti cinque mesi di squalifica più altri due per le circostanze aggravanti  e per le conseguenze sull’immagine del gioco del rugby.
Per la cronaca: la partita era stata vinta dal Rugby Viadana per 20 a 17.
l Rugby Calvisano si riserva di analizzare con i suoi legali la situazione per un eventuale ricorso.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.