Quantcast

Volley, la Sanitars si impone a Reggio Emilia

Le atlete bresciane del Mazzano conquistano la vittoria per 3 set a 1 sulla Crovegli Cadelbosco, in una gara difficile e serrata, giocata con determinazione.

(red.) Nella terza gara di campionato di A2, la Sanitars Metalleghe Mazzano (Brescia) vince per 1-3 contro le emiliane della Crovegli Cadelbosco, mettendo quindi in cassaforte altri tre importantissimi punti dopo il successo a Soverato e il tie break contro Pavia.
Mister Baraldi all’avvio schiera Lancellotti in cabina di regia e Aricò opposto, Glod e Cirilli bande, Rosa e Martinuzzo centrali, Montanari libero. Mazzano, invece, risponde con Vingaretti alzatrice e Koleva opposto, Kucerova e Serena all’ala, Alberti e Garbet al centro e Agostino libero. Nel primo set Mazzano si fa sentire fin da subito grazie ai colpi di Serena e Koleva, portandosi sull’1-7. Rosa e Glod, però, si fanno pericolosissime e le reggiane si avvicinano: è 11-14, ma al secondo stop tecnico sono le bresciane a comandare prima per 11-16 e poi per 17-20. Sul finale di set la Sanitars Metalleghe commette qualche errore di troppo: si va sul 21-23, poi Mazzano mette il turbo e chiude 21-25. Nel secondo set le reggiane sono carichissime e senza troppi problemi scappano prima sull’8-3 e poi sul 21-10 grazie soprattutto ad un buon servizio.
Mazzano, invece, sbaglia tanto, soprattutto in attacco (29% rispetto al 42% del parziale precedente): Koleva tenta il recupero, ma non è sufficiente e Cadelbosco vince per 25-16.  Nel terzo set Mazzano migliora in ricezione (68% di positività rispetto al 50% de primo e al 58% del secondo parziale) e in attacco (35%) e, grazie a Kucerova, al primo time out è avanti per 8-5. Con Aricò in battuta, le emiliane si avvicinano sempre di più (12-14), ma le ospiti non demordono e sempre grazie a Serena si portano sul 15-19. Gli errori delle padrone di casa, poi, avvantaggiano le bresciane che – cariche di nuova energia – si portano sul 17-22. Il finale si fa teso, ma con un ultimo colpo di coda di Koleva è la Sanitars Metalleghe ad aggiudicarsi il set per 22-25. Nel quarto set regna dapprima l’equilibrio, poi la Sanitars Metalleghe vola sul 4-7 e poi sull’8-10 con Alberti. Le locali, però, non demordono e con Cirilli e Glod recuperano: è 12, poi 16 e, infine, 20 pari. Mazzano, però, vuole la vittoria a tutti i costi e, seppur a fatica, chiude 24-26.
“È stata una grande partita”,ha commentato a fine gara il tecnico biancorosso Carlo Zanoni, “peccato per il secondo set, dove siamo andati in affanno. Crovegli è una squadra davvero ostica, che difende benissimo e che ci ha messo in difficoltà soprattutto con servizio: d’altronde, questo è il fondamentale che più conta in serie A2. Anche noi abbiamo una buona battuta ma – quando si forza troppo – a volte può andare bene, altre malissimo. Sono contento soprattutto della reazione delle ragazze del terzo set: dopo il 25-16 precedente, potevano disunirsi e perdere la concentrazione, invece hanno mostrato di che pasta sono fatte. Complimenti comunque alle nostre avversarie, e soprattutto al loro allenatore, Davide Baraldi, uno dei migliori della categoria”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.