A De Zerbi il “Premio Bearzot”: donati 5mila euro a due Rsa bresciane

Il tecnico dello Shakhtar premiato per il suo gesto di rimanere a fianco dei suoi calciatori in Ucraina allo scoppio della guerra. Devoluto il premio da 5mila euro a un ente di Darfo ed uno di Castenedolo.

Brescia. «Il Premio Bearzot è un onore, un motivo orgoglio che mi fa piacere e voglio condividere con il mio staff. Penso di aver fatto una cosa giusta a non abbandonare i miei giocatori in Ucraina, una cosa normale, avendo due figli più o meno loro coetanei era un dovere essere vicino a loro, responsabilità non solo sul campo, ma in quei momenti».

Lo ha detto Roberto De Zerbi, allenatore dello Shakhtar Donetsk, ritirando il Premio ‘Enzo Bearzot’, riconoscimento organizzato dall’Unione Sportiva Acli con il patrocinio della Figc, tenutosi al Salone d’Onore del Coni e giunto all’undicesima edizione.
«Mi piacerebbe tra qualche anno essere ricordato come Bearzot, un grande uomo» ha detto l’ex calciatore bresciano che ha donato i 5mila euro del riconoscimento a due Rsa bresciane: la Angelo Maj di Darfo Boario, il paese dove iniziò ad allenare nel 2013, e la Fondazione Pio Ricovero Inabili al lavoro di Castenedolo.
Perché «pensiamo ai bambini – ha detto – ma ci dimentichiamo degli anziani».

E sul suo futuro di allenatore ha dichiarato: «Non so che sviluppi ci saranno. Al momento sono in attesa, ma non tanto dal punto di vista contrattuale. Ho il permesso e l’invito a trovarmi un’altra squadra, ma sto aspettando. Per me sarebbe importante provare a fare lì un altro anno per chiudere una ferita di una squadra che mi è stata strappata dalle mani e smembrata da cause non calcistiche».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.