Quantcast

San Felice: conclusa la prima Swimrun Benacus, gara per sportivi veri

(red.) Si è svolta sabato 21 agosto a San Felice del Benaco la prima Swimrun Benacus, una manifestazione sportiva per atleti che amano sfidare se stessi. Uomini e donne dai 18 ai 71 anni, animati dalla stessa passione, si sono sostenuti e aiutati a vicenda nella complessa gara che prevedeva 13,7 chilometri di corsa, 3,5 di nuoto in nove frazioni.

Swimrun Benacus San Felice

Atleti bresciani ma anche di Venezia, di Trieste, di San Remo, che hanno scelto di mettersi in gioco nella competizione che si è sviluppata per il territorio di San Felice e l’Isola del Garda. “L’amministrazione di San Felice del Benaco è orgogliosa di aver dato il sigillo alla prima SwimRun in Lombardia” si legge in una nota firmata dall’assessore allo Sport Mario Baccolo, “ed aver eletto i primi campioni regionali. Un grande plauso va alla Polisportiva, al gruppo organizzativo coordinato da Marco Begni, ai nostri vigili per l’impeccabile assistenza, ai turisti e cittadini che hanno accolto e spronato gli atleti. Ancora una volta abbiamo vissuto una giornata di sport entusiasmante. Siamo già al lavoro per la SwimRun Benacus 2022”.

Swimrun Benacus San Felice

Lo swimrun nasce ufficialmente nel 2006, quando per la prima volta in Svezia si è tenuta la gara “Ötillö“ (che significa “Isola all’isola”). Oggi “Ötillö” è diventato un circuito mondiale che organizza gare di Swimrun in vari luoghi suggestivi sparsi per tutto il mondo. In Italia lo swimrun nasce un po’ diversamente. Un gruppo di atleti amatoriali nel 2012, quasi come sfida, vollero provare a collegare Grado a Lignano Sabbiadoro (località separate da cinque isole sabbiose e da tre grandi bocche di porto) correndo e nuotando senza soluzione di continuità. Dopo varie prove e test nel 2014 la sfida diventa una gara ufficiale e nasce l’Aquaticrunner xtreme border lagoon, madre della swimRunBenacus nonché attualmente gara di campionato nazionale Csen.

Swimrun Benacus San Felice

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.