Quantcast

Brescia Calcio, il futuro fra Sagramola e Abdul

Doppie trattative per salvare il Brescia, almeno in banca. Le due proposte però sono in conflitto. Con Kadir Sheikh Abdul anche Evaristo Beccalossi.

Più informazioni su

brescia calcio-squadra(red.) Oggi si gioca la partita decisiva per la salvezza, almeno in banca, del Brescia Calcio. Dopo il deferimento della società e del suo legale rappresentante Luigi Corioni per la mancata documentazione della fideiussione, la partita societaria si sta giocando su più fronti.
Da una parte c’è l’imprenditore pakistano Kadir Sheikh Abdul che si è presentato in conferenza stampa al fianco di Evaristo Beccalossi, bresciano ed ex centrocampista delle Rondinelle e dell’Inter. L’uomo d’affari di origine pakistana ha annunciato: “Ho incontrato i vertici di Ubi a Bergamo per migliorare ulteriormente la mia offerta. Ho poi chiamato l’istituto di credito dicendo che se volevano andare avanti con Sagramola erano liberi di farlo però, nel caso, vorrei essere avvertito”. I soldi, infatti, si starebbero già muovendo.
Così come, sull’altro fronte, si sta muovendo Sagramola che martedì pomeriggio a Milano ha incontrato i vertici Ubi. L’ex dirigente di Vicenza, Palermo e Sampdoria agisce per conto della Profida Italia la quale può contare su un rapporto forte con un colosso internazionale del marketing calcistico come Infront. Le due proposte sono fra loro indipendenti e “avversarie”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.