Quantcast

Giampaolo alla Digos: «Nessuna miniaccia»

L'ex allenatore del Brescia è stato ascoltato dalla Questura di Teramo in merito al suo allontanamento. Si temevano pressioni illecite degli ultrà della curva Nord.

(red.) «Qualcuno l’ha minacciata dopo la partita con il Crotone?», «No, nessuna minaccia». Nega di aver subito pressioni illecite di alcun tipo, Marco Giampaolo. Mercoledì 16 ottobre, l’ex allenatore del Brescia è stato sentito dalla Questura di Teramo, dove erano presenti anche agenti della Digos di Brescia.
La polizia voleva vederci chiaro in merito alle dichiarazioni fatte dall’allenatore di Giulianova, l’indomani del match casalingo contro la squadra calabrese. A far temere violenze erano state le stesse parole del ct, l’indomani della partita al Rigamonti.  «Non mi piego agli ultrà e non mi riconosco nel calcio selvaggio», aveva dichiarato prima di lasciare le rondinelle. In un colloquio durato circa 20 minuti, Giampaolo ha spiegato la vicenda, dichiarando di aver accettato spontaneamente di incontrare gli ultras, che avevano chiesto un confronto alla società. «Erano in 8 – ha detto il ct – hanno chiesto di incontrarmi e io ho accettato, nessuno mi ha costretto».
Il motivo dell’allontanamento dopo la partita starebbe nel clima di pressione che si era creato, ma niente di illecito o violento. Solo una pessima atmosfera, fatta di accese lamentele dei tifosi, oltre che di tensioni sportive e professionali, per gli insuccessi agonistici. Anche la Digos sembra essersi convinta della ricostruzione dei fatti operata dall’allenatore abruzzese, tanto che non proseguirà nelle indagini sulla vicenda.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.