Quantcast

Niente minuto di silenzio per la Curva Nord

Lo aveva chiesto il Coni, per commemorare le vittime di Lampedusa. Ma i gli ultras si sono scatenati anche nei 60 secondi al Rigamonti.

(red.) Lo aveva chiesto il Coni: un minuto di silenzio per commemorare le vittime di Lampedusa prima degli incontri sportivi del week-end.
La Curva Nord del Brescia, però, ha ignorato la richiesta, gridando “Forza Brescia alè” anche nei sessanta secondi che dovevano essere di silenzio, prima del match Brescia-Palermo. L’omaggio alle 300 vittime della tragedia di Lampedusa, invece, è stato reso dai giocatori e dal resto dello stadio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.