Quantcast

A Polpenazze il recital d’opera del Teatro Grande

Nel Piazzale Castello la lirica con Renata Campanella ed Alessandro Goldoni. E in più visite guidate alla Palafitta del Lucone.

(red.) “Il Grande in Provincia”, la rassegna musicale che porta le eccellenze artistiche del Teatro Grande in alcuni dei luoghi più suggestivi del territorio bresciano, prosegue anche nel mese di agosto.

Martedì 3 agosto alle 21, il Piazzale Castello di Polpenazze del Garda ospita il recital d’opera con protagonisti Renata Campanella, soprano, e Alessandro Goldoni, tenore, accompagnati al pianoforte da Alessandro Zilioli.
Il programma della serata è dedicato alle musiche di Mozart, Cilea, Verdi, Puccini, Massenet e Mascagni.

Il suggestivo luogo scelto per l’appuntamento del 3 agosto si trova all’interno della ampia rete dei “Siti palafitticoli preistorici dell’arco alpino” cui appartiene anche il Lucone di Polpenazze.
Si tratta di un bacino dell’anfiteatro morenico del Lago di Garda caratterizzato da un ottimo stato conservativo e una grande abbondanza di ritrovamenti archeologici.

Proprio nel 2021 si celebra il Decennale dell’inserimento degli insediamenti nell’elenco dei Patrimoni dell’umanità dell’Unesco. Per l’occasione sarà possibile effettuare delle speciali visite alla Palafitta del Lucone, alla Chiesetta di San Pietro in Lucone e alla Chiesa Parrocchiale di Polpenazze del Garda, oltre al Museo Archeologico della Valle Sabbia a Gavardo dove sono conservati i
numerosi reperti storici dell’area. Le visite sono su prenotazione all’indirizzo: provinciadibresciaeventi@gmail.com.

Il concerto di martedì 3 agosto è, come sempre, a ingresso gratuito e, per partecipare, è necessaria la prenotazione all’indirizzo: provinciadibresciaeventi@gmail.com.
In caso di maltempo il recital si terrà nella Chiesa Parrocchiale di San Pietro in Santa Maria Bambina (Piazza Biolchi).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.