Anche i capelli sono vittime della moda

Il vento di primavera vi scompiglia la chioma? Non disperate. Ecco i consigli dell’esperta di moda di quiBrescia.it per un taglio à la page.

(e.l.) Quante volte avete pensato di cambiare look ai vostri capelli perché stanche di vedervi sempre uguali? L’arrivo della primavera può essere un incentivo: nuove temperature, nuovi capelli.
Le passerelle prediligono indubbiamente il taglio corto.
Abbiamo visto rasature laterali con il ciuffo lungo – alla Miley Cyrus, per intenderci – per uno stile punk, ma anche capelli ultracorti e androgini per i visi delicati.
Il taglio corto 2014 per eccellenza, però, è il taglio alla “paggetto”, ovvero un caschetto molto corto con una piccola frangia.
Per la lunghezza media, invece, sale in cattedra Beyoncé con il suo caschetto scalato fino alle spalle. I tagli medi possono essere realizzati anche con dinamici effetti asimmetrici.
I capelli lunghi non passano mai di moda.
In questa stagione gli stilisti li hanno proposti per lo più lisci, ma non troppo curati: la parola d’ordine della bella stagione è naturalezza. Una bella fortuna per le donne, bresciane e non, che non sono molto brave con spazzola e phon!
I raccolti sono spettinati, le trecce morbide e con effetto crespo e la coda rigorosamente alta e tiratissima.
Abbandonate i capelli effetto “ tendina” per la riga laterale. Se cercate una soluzione pratica, comoda e facilmente gestibile, scegliete il ciuffo e potrete fare a meno del parrucchiere per un po’.
La particolarità assoluta di quest’anno riguarda i colori.
I capelli si tingono di biondo platino, lilla, rosa, fucsia e blu. Un trend particolare e curioso, ma forse poco adatto ai comuni mortali. Certe tendenze lasciamole alle celebrità e prendiamone spunto solo per le feste in maschera.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.