Quantcast

Fondazione Asm: meno disuguaglianze, più sviluppo e sostenibilità

Resa pubblica la Relazione programmatica per i prossimi tre anni che definisce le linee guida dell'attività. A Erika Ruggeri l’incarico di segretario generale.

Più informazioni su

(red.) Ridurre le disuguaglianze e promuovere sviluppo e sostenibilità sono le priorità nell’agenda della Fondazione Asm per i prossimi tre anni definite nella Relazione Programmatica 2022-2024. “La Relazione“, informa un comunicato, “lungi dall’essere una semplice dichiarazione di intenti, presenta concrete linee d’azione per una stagione di ulteriore sviluppo delle attività della Fondazione, in ulteriore e più efficace connessione con le realtà del Terzo Settore. La volontà, in continuità con il lavoro degli ultimi anni, è cercare forme di sostegno efficaci che permettano di allocare le risorse economiche in maniera più consapevole e di costruire visioni e strategie di lungo periodo in vista, anche, dell’appuntamento a cui la città è chiamata con Brescia Bergamo Capitale della Cultura del 2023”.

“Come si evince dalla lettura del programma”, prosegue la nota (qui si può consultare o scaricare la Relazione programmatica), “sia nell’ambito dell’assistenza sociale e dell’inclusione sia in quello dello sviluppo culturale e dell’educazione alla sostenibilità, si proseguirà ad intervenire con una pluralità di approcci e strumenti, spesso tra loro connessi: il sostegno diffuso alla piccole iniziative del territorio, lo sviluppo e il trasferimento di buone pratiche, la promozione e il sostegno di reti e piattaforme, il supporto agli enti per irrobustire i loro profili istituzionali e organizzativi e per facilitare percorsi di co-programmazione e co-progettazione, la ricerca di partenariati strategici. Tutto ciò senza trascurare il dialogo con il mondo della filantropia italiana ed europea le cui riflessioni ispirano la nostra azione, accanto alle Istituzioni, a supporto di tutti i soggetti del Terzo Settore. L’entusiasmo e la dedizione saranno quelli di sempre con una squadra in parte rinnovata grazie all’arrivo di Erika Ruggeri che ha appena assunto l’incarico di segretario generale della Fondazione”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.