Quantcast

Malonno: raccolta fondi per Singh, operaio ucciso dall’azoto liquido

Scattata la solidarietà del paese camuno dove la famiglia del 42enne morto nell'incidente sul lavoro all'Humanitas aveva vissuto per lungo tempo.

(red.) Non è ancora stata resa nota la data in cui le salme di Emanuele Zanin e Jagdeep Singh, i due operai bresciani rimasti uccisi da una fuga di azoto mentre stavano lavorando nei pressi di una cisterna dei laboratori universitari dell’ospedale Humanitas tra Pieve Emanuele e Rozzano, alle porte di Milano, lo scorso 28 settembre, potranno fare rientro nel bresciano ed essere restituiti alle proprie famiglie per l’ultimo addio.

La procura di Milano, intanto, per fare luce sulle cause dell’infortunio mortale, ha aperto un fascicolo per omicidio colposo nel quale sono state iscritte quattro persone, gli amministratori e legali rappresentanti delle due aziende coinvolte nella tragedia, la Sol group Spa di Monza, che riforniva di azoto l’Humanitas, e la ditta Autotrasporti Pè di Costa Volpino, che trasportava e riforniva con le proprie autocisterne i silos di azoto, di cui Zanin e Singh, entrambi padri di famiglia rispettivamente di 46 e 42 anni, erano dipendenti diretti.

Intanto, a Malonno, in Valcamonica, dove Singh aveva vissuto per lungo tempo con famiglia, prima di trasferirsi recentemente a Piancogno, si è attivata la solidarietà della cittadinanza che sta raccogliendo fondi per sostenere la famiglia (moglie e due figli di 3 e 11 anni) dell’operaio di origini indiane. La Parrocchia e il Comune hanno aperto un conto corrente per chi desidera contribuire: Iban IT35R0569654470000055664X 73, intestato a “Parrocchia Santi Faustino e Giovita di Malonno”, causale “un aiuto per Singh”. E’ possibile anche rivolgersi direttamente al Comune o alla Banca popolare di Sondrio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.