Quantcast

“Insieme per l’Afghanistan”, mercoledì le associazioni in piazza Rovetta

Più informazioni su

(red.) Mercoledì 15 settembre, alle ore 18 in Piazza Rovetta (Largo Formentone) a Brescia, Amnesty International Brescia organizza il presidio “Insieme per l’Afghanistan”. Assieme ad Amnesty International, molte altre associazioni del territorio saranno presenti per continuare a tenere alta l’attenzione sulla vicenda afghana: Adl a Zavidovici, K-Pax, Restiamo Umani, Anpi, Chiesa Pastafariana di Brescia, Mediterranea Saving Humans e Movimento Nonviolento.
Il presidio sarà l’occasione per diffondere l’appello di Amnesty International diretto al presidente del Consiglio dei ministri Mario Draghi e ai ministri Di Maio, Lamorgese e Guerini.
“Il governo italiano deve fare tutto il possibile per aiutare le persone in fuga dai talebani”, si legge in una nota, “e quelle che sono già fuggite da un paese nel quale, da almeno dieci anni, il numero delle vittime civili ha quasi sempre superato quello dell’anno precedente. Amnesty International chiede al governo italiano di fare la sua parte affinché le persone che vogliono lasciare l’Afghanistan possano farlo in condizioni di incolumità e sicurezza, che alle afgane e agli afgani presenti sul territorio italiano sia garantita protezione permanente e che alle afgane e agli afgani in procinto di entrare in Italia dalla “rotta balcanica” sia offerta la massima assistenza”.
“Le immagini che provengono dall’Afghanistan ricordano quelle di 25 anni fa, quando per la prima volta i talebani entrarono nella capitale Kabul. La popolazione afgana teme che l’orrore si ripeta: le donne e le ragazze, gli appartenenti alle minoranze etniche e religiose, i difensori dei diritti umani e tante altre persone sono in pericolo. Se non si interverrà in loro favore, la loro vita potrà cambiare in peggio per sempre”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.