Quantcast

Medici e vigili del fuoco “Uniti per la Ricerca”

Partita di calcio benefica sabato 4 settembre alle 18 al centro sportivo Rigamonti per raccogliere fondi per realizzare una banca di crioconservazione di cellule staminali.

(red.) Una partita di calcio benefica che vedrà sfidarsi i medici degli Spedali Civili di Brescia e i Vigili del Fuoco di Brescia per sostenere la ricerca scientifica in favore dei pazienti onco-ematologici.
“Uniti per la Ricerca” è un evento nato per volontà di Ail Brescia, e che prende vita grazie alla collaborazione con l’Asst Spedali Civili e il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

La partita si giocherà sabato 4 settembre alle 18 presso il Centro Sportivo “Mario Rigamonti” di Buffalora con stand gastronomici e tanti ospiti d’eccezione. L’ingresso è gratuito con offerta libera.

“Siamo felici di essere riusciti ad organizzare questo evento, grazie alla bella sinergia con i Vigili del Fuoco, gli Spedali Civili di Brescia e il Centro Sportivo Mario Rigamonti che ci ha aperto le sue porte con entusiasmo e grande disponibilità”, ha dichiarato Giuseppe Navoni, presidente di Ail Brescia”. “In particolar modo ci tengo a ringraziare i Vigili del Fuoco di Brescia che sono sempre molto vicini alla nostra realtà, specialmente quella pediatrica, e hanno accettato di buon grado di partecipare a questa partita, che ha come scopo quello di sostenere il nostro centro di ricerca onco-ematologico del Civile”.

“Abbiamo in progetto di creare una banca di crioconservazione di cellule staminali che saranno poi utilizzate per terapie innovative, sia per bambini che per adulti. Inutile sottolineare quanto l’aiuto dei cittadini sia importante, perché la ricerca non è qualcosa di astratto, bensì molto concreta. E per dimostrarlo, organizziamo delle aperture che denominiamo “Open Lab” per far vedere a tutti come utilizziamo i fondi che riceviamo.
“Ci tengo a ringraziare la sig.ra Rossella Mometti per aver organizzato l’evento, e rinnovo i miei ringraziamenti alla ASST Spedali Civili di Brescia, alla Poliambulanza (perché giocheranno anche dei suoi medici), ai Vigili del Fuoco di Brescia e al Centro Sportivo Mario Rigamonti”, ha chiosato Navoni.

“Con Ail la collaborazione è nata circa quattro anni fa quasi per caso”, ha aggiunto Guido Conciatori, del corpo dei Vigili del Fuoco di Brescia”. “Parlando con la signora Mometti ci siamo organizzati per portare da noi i bambini del reparto di oncologia pediatrica e le loro famiglie per regalare a tutti loro una domenica di relax e svago. Il successo, e la gioia che abbiamo visto negli occhi dei bambini ci ha dato lo sprono a dare continuità a
questo tipo di iniziative. Poi è arrivata la pandemia e chiaramente non si potevano più organizzare giornate di questo tipo, ma noi Vigili del Fuoco quando ci mettiamo in testa una cosa, dobbiamo portarla a termine, e allora a dicembre del 2020, in piena pandemia, abbiamo portato i mezzi e le scale in ospedale per salutare i bambini da fuori le finestre. E questa partita rientra proprio nel novero di iniziative che abbiamo studiato. Per sabato ci stiamo attrezzando anche per portare un nostro mezzo da far vedere ai bambini. Ci
auguriamo che la partecipazione sia più ampia possibile perché è un modo semplice e divertente per aiutare la ricerca, e sicuramente come Vigili del Fuoco saremo sempre in prima linea al fianco di AIL”.

“Il patrocinio di ASST Spedali Civili a questa iniziativa non può essere riassunto in una sola frase: i temi e i motivi che ci avvicinano a questo evento sono molti”, ha sottolineato il Direttore Generale Massimo Lombardo. “Asst e Ail collaborano da decenni per offrire cure sempre migliori ai malati onco-ematologici e la generosa scelta di donare il ricavato al Centro di ricerca ospitato nel Presidio di Brescia è solo l’ultimo punto di una lunga lista di grandi e piccoli doni; il Corpo dei Vigili del Fuoco è da sempre in prima linea
al servizio della Comunità: questo impegno ci accomuna e siamo felici di poter
condividere con loro anche un momento più leggero, ma certo non meno
importante, come una partita benefica; la cornice del Centro Sportivo Rigamonti, che ospiterà questo incontro, oltre ad aiutarci a richiamare l’attenzione sull’importanza dello sport in uno stile di vita sano, sarà il campo in cui i nostri professionisti potranno ancora una volta dimostrare lo spirito combattivo con cui hanno affrontato e continuano ad affrontare l’emergenza sanitaria”, ha concluso Lombardo.

“A nome di tutta la struttura esprimo la più grande soddisfazione ed orgoglio nell’ospitare questo evento”, ha detto il presidente del Centro Sportivo Mario Rigamonti, Piero Bonicelli.
“Quando mi hanno prospettato questa possibilità non ci ho pensato su due volte: ci impegneremo per regalare una splendida serata ed esperienza a tutti. Ringrazio l’Ail, l’Asst Spedali Civili di Brescia e i Vigili del Fuoco
per la fiducia mostrata nei nostri confronti: l’opera che svolgono è preziosissima e di grande valore, auspico una bella partecipazione di pubblico visto lo scopo benefico dell’evento”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.