Provaglio solidale: sabato 9 raccolta di beni per la Croazia

Più informazioni su

(red.) Una raccolta di beni di prima necessità con destinazione Sisak e Petrinja, Croazia, è l’operazione solidale che il Comune di Provaglio, la Parrocchia, la Polisportiva Provagliese e il Gruppo comunale di Protezione Civile si apprestano ad avviare il prossimo sabato 9 gennaio.
Presso la Sala Civica di Palazzo Francesconi, sede del municipio, per tutta la giornata di sabato 9 gennaio, dalle 9.00 alle 18.00, i volontari accoglieranno tutti i provagliesi che intendono mettere a disposizione della popolazione colpita dal terremoto di fine anno tutto quello di cui ha bisogno; si tratta in particolare di stufe elettriche, generatori di calore, cibi a lunga conservazione non in vetro, come pasta, riso, tonno, olio, carne in scatola e tutto quanto ritenuto possibile inviare sempre a lunga conservazione.

Sono necessari anche prodotti per l’igiene personale quali carta igienica, sapone liquido, pannoloni e pannolini, detersivi per stoviglie e vestiti, sapone liquido per mani oltre che articoli per la protezione personale anti Covid-19 – mascherine, gel disinfettante mani, tute protettive, guanti e prodotti per la sanificazione e la pulizia ambientale.
Tutto il materiale raccolto nella giornata di sabato grazie al gruppo di coordinamento della raccolta sarà imballato, caricato su furgoni messi a disposizione da alcune aziende locali, portato direttamente in Croazia destinato ad una casa di riposo che ospita 300 anziani e ad una società sportiva dei due paesi così duramente colpiti dal sisma.

“Non abbiamo bisogno di scarpe o vestiti – afferma Katarina Bosnic, provagliese originaria di Sisak , volontaria e promotrice dell’iniziativa – ma è necessario portare in Croazia alimenti e presidi igienici. Confido nella generosità della gente di Provaglio e garantisco personalmente che quanto raccolto arriverà a destinazione in un paio di giorni al massimo”.
“Nonostante questo sia davvero un momento difficile per tutti a causa del Covid 19 – afferma Vincenzo Simonini, sindaco di Provaglio – il Comune, la Parrocchia, i Gruppi e le Associazioni attivi sul territorio non vogliono lasciar solo chi si trova in una situazione tanto drammatica. Il nostro aiuto non può venir meno: invito tutti quindi, dal privato cittadino alle numerose attività produttive di Provaglio a fare la propria parte per sostenere la popolazione croata.”
A disposizione di chi vuole saperne di più c’è un numero di telefono al quale rivolgersi: 3927115169.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.