Beccalossi-Carzeri: mozione urgente sugli impianti sciistici

(red.) “Regione Lombardia continui il pressing col governo per consentire ai comprensori sciistici di conoscere il loro destino. Non serve un ‘liberi tutti’ senza regole, ma se con protocolli chiari e condivisi sarà possibile sciare in sicurezza ed evitare il tracollo di un intero settore, che da lavoro a migliaia di persone nelle nostre montagne, lo si faccia e presto. Altrimenti si provveda con adeguati ristori”. Lo dichiarano le consigliere regionali Viviana Beccalossi, (presidente del Gruppo Misto) e Claudia Carzeri (Forza Italia, presidente Commissione Territorio e Infrastrutture), che oggi in aula hanno sottoscritto e presentato una mozione urgente sul tema dell’apertura di impianti sciistici e di risalita, approvata dal Consiglio.“Se per altri settori economici –proseguono Beccalossi e Carzeri – una chiusura forzata, seppur grave, può essere compensata alla riapertura delle attività, per lo sci perdere questi mesi avrebbe conseguenze disastrose”.

“La mozione –concludono Beccalossi e Carzeri – deve essere un segnale forte di vicinanza e sostegno concreto alle nostre montagne. In seconda battuta, se le condizioni sanitarie non consentissero riaperture, è indispensabile un soccorso economico e, soprattutto, un intervento del governo in Europa perché si arrivi a una soluzione comune: è impensabile che mentre in Italia si blocca lo sci, oltreconfine si pensi di tenere tutto aperto per trarre vantaggio da questa situazione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.