Fondazione Museke: bilancio di Missione fra progetti e nuove iniziative

Più informazioni su

Castenedolo. Il Consiglio Generale di Fondazione Museke, riunitosi il 20 maggio 2022, ha approvato il Bilancio dell’Esercizio 2021.
La Fondazione ha erogato nell’anno concluso circa 700.000,00 euro per progetti istituzionali, nei vari settori d’interesse:
– € 250.000 per progetti all’estero (Burundi, Mozambico, Tanzania) condotti in collaborazione con altri enti, principalmente con Fondazione Tovini, Medicus Mundi, Fondazione Sipec, Vis;
– € 250.000 per il bando erogativo a favore di 31 progetti presentati da enti non profit;
– € 55.000 per progetti sul territorio bresciano svolti in collaborazione con il Comune e con l’ATS di Brescia;
– € 15.000 per progetti svolti in collaborazione con l’Università degli Studi di Brescia (CeTAmb, Cattedra Unesco) e con la sede bresciana dell’Università Cattolica (Cattedra Unesco e Alta Scuola per l’Ambiente);
– € 50.000 per varie attività di beneficienza e borse di studio.

Il “Bilancio di missione”, presentato dal presidente don Roberto Lombardi, descrive nel dettaglio ogni singolo progetto relativo alla ultradecennale attività istituzionale della Fondazione che si espande sempre più sia nei paesi a basso reddito (soprattutto africani, in ambito sanitario), sia sul territorio locale, in stretta collaborazione con l’ente pubblico (progetto “housing sociale” a Castenedolo).

NUOVO BANDO EROGATIVO. PIÙ SIAMO MEGLIO E’
Con un nuovo format è aperto il bando erogativo annuale di Fondazione Museke che ha una dotazione di € 250.000 per il finanziamento di progetti di utilità sociale nei settori sociosanitario, dell’educazione e della formazione. Il contributo massimo erogabile per ogni progetto – da presentare entro il 30 giugno 2022- è di 15.000 euro (maggiori informazioni e scheda di adesione sul sito web di Fondazione Museke).

“Lo scorso anno sono stati ben 31 i progetti sostenuti, una collaborazione sempre più ampia che ci consente di supportare i moltissimi progetti meritevoli che le tante associazioni portano avanti con costanza e determinazione. Una rete virtuosa che desideriamo continuare ad allargare, perché solo facendo sistema si può davvero essere incisivi.” Dichiara Aurora Lombardi, Tesoriere di Fondazione Museke.

I PROGETTI TERRITORIALI IN CORSO. MUSEKE A BRESCIA

“Fondazione Museke opera in tutto il mondo, ma pone particolare attenzione anche sul territorio, dove non mancano bisogni e interventi da mettere in campo. In particolare fra i prossimi obiettivi vi sarà il consolidamento e l’ampliamento delle collaborazioni locali con istituzioni, università e associazioni, al fine di determinare un cambiamento concreto e positivo nel tessuto bresciano. Molto è già in corso, ma molto resta ancora da fare”. Dichiara Roberto Lombardi, Presidente di Fondazione Museke.

Fra i progetti in essere particolarmente significativi sono:
PRONTI, PARTENZA, CASA!
Avviato a partire dal 16 agosto 2021, con il contributo di Fondazione Cariplo, prevede una partnership fra l’Ass. Dormitorio San Vincenzo de Paoli e Fondazione Museke ed è finalizzata alla gestione di una rete di appartamenti di “housing sociale per persone fragili”.
L’idea dei due enti, che nasce dall’osservazione dei rapidi cambiamenti che stanno modificando la nostra comunità civile, è quella di destinare degli alloggi a soggetti con una discreta autonomia fisica e mentale, ma che faticano a trovare delle opportunità nell’edilizia popolare. La finalità è quella di dare alle persone che chiedono di uscire dalla “vita di strada” la speranza di una vita dignitosa avendo nuovamente la propria casa, la propria libertà, le proprie regole e propri spazi. Nell’ambito del progetto è previsto un accompagnamento educativo per la gestione della casa, per gli accordi fra coinquilini, per le diverse incombenze della quotidianità Fondazione Museke ha messo a disposizione una villetta a Castenedolo che può ospitare fino a nove persone mentre, l’Ass. Dormitorio San Vincenzo de Paoli, ha messo a
disposizione due appartamenti e otto bilocali a Brescia.
Dall’inizio dell’attività progettuale, sono state accolte 29 persone di sei diverse nazionalità e di un’età compresa fra i 3 e i 67 anni.

PROGETTO PELLETTERIA
Il Progetto ha visto l’avviamento di un laboratorio occupazionale per donne straniere finalizzato all’insegnamento di tecniche per realizzare prodotti in pelle da destinare alla vendita. A prescindere dalla formazione tecnica l’obiettivo è di consentire una crescita culturale collegata all’indipendenza lavorativa ed economica. Infatti si vuole offrire alle partecipanti al corso una formazione all’impegno lavorativo, sicurezza, cooperazione, diritti sindacali, genitorialità e pari opportunità.

Il laboratorio, formato da 10 donne provenienti da Marocco, Filippine, Cambogia, Ghana, Egitto, Arabia Saudita, Italia, è condotto da Enrico Zotti, noto modellista, tecnico di produzione
e raffinato artigiano che ha lavorato per le più note griffes dell’alta moda, insieme all’aiuto di due volontarie.

PROSSIMO APPUNTAMENTO.
OSPITE A BRESCIA LA MINISTRA DELLA SOLIDARIETA’ DEL BURUNDI
Il 13 giugno alle ore 19 p.v. Museke organizza un incontro di fraternità presso l’Oratorio di Mompiano.
L’occasione è data dalla donazione della strumentazione per l’effettuazione di radiografie al Centro Nazionale Attrezzature per la Riabilitazione (C.N.A.R.) della città di Gitega (Burundi).
Ciò avverrà alla presenza della Ministra della Solidarietà del Burundi e del Direttore del C.N.A.R.
Durante la serata verrà:
– ringraziato e salutato il socio Luciano Rangoni per la sua ventennale attività in Burundi,
– dato un saluto a un’infermiera e un medico burundesi, che hanno terminato il Master in Global Health promosso dall’Università degli Studi di Brescia, congratulandoci per l’attestato conseguito.

ISTITUZIONE PREMIO INTITOLATO A ENRICA LOMBARDI

Fondazione Museke ha deciso di istituire un premio intitolato alla fondatrice Enrica Lombardi, per le migliori tesi di laurea magistrale, discusse in tutte le Università italiane -da studenti sia italiani che stranieri- su temi relativi alla cooperazione internazionale. Saranno considerate con priorità le Tesi dedicate agli aspetti educativi/formativi, a quelli socio-sanitari e materno-infantili nei paesi africani. Il premio è riservato a Tesi di laurea discusse nel periodo gennaio 2020 – aprile 2023.

“Enrica è stata l’origine di tutto questo, fonte di ispirazione e di energia inesauribile. Istituire questo premio a suo nome è per noi un modo per mantenere sempre viva la sua memoria e per augurare a queste nuove generazioni la stessa determinazione, coraggio, generosità e chiarezza di visione che contraddistinguevano Enrica. Augurio migliore non potremmo fare”.
conclude Marina Dughi, Vice Presidente di Fondazione Museke.

[Per maggiori info: www.fondazionemuseke.org]

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.