“Io… Emanuela”, monologo teatrale giovedì alla Cisl di Brescia

Brescia. A 30 anni dalle stragi mafiose del 1992 per annientare i magistrati che la combattevano e che costarono la vita ai giudici Falcone e Borsellino scuotendo nel profondo la società italiana e stabilendo un punto di non ritorno nella lotta alla malavita organizzata, Cisl Brescia e Consiglio di Quartiere Borgo Trento intendono offrire un momento di riflessione alla cittadinanza attraverso il ricordo della figura di Emanuela Loi, la giovane agente della Polizia di Stato, componente della scorta di Paolo Borsellino, morta nell’attentato del 19 luglio 1992 in via D’Amelio. Aveva solo 24 anni, origini sarde: è stata la prima donna poliziotto a perdere la vita in servizio.
Giovedì 9 giugno alle ore 21 la sede Cisl provinciale di via Altipiano d’Asiago 3, si trasformerà in spazio teatrale per ospitare lo spettacolo “Io… Emanuela”, messo in scena dalla compagnia Progetti e Regie e recitato da Laura Mantovi con la regia di Sara Poli.
Il testo è tratto dal libro “Io, Emanuela, agente della scorte di Paolo Borsellino” di Annalisa Strada, scrittrice bresciana vincitrice del premio Andersen 2014.
“Il monologo teatrale – sottolineano Beatrice Nardo, presidente del Consiglio di Quartiere Borgo Trento, e Alberto Pluda, segretario provinciale della Cisl – ricostruisce uno spaccato dell’Italia dell’epoca, degli omicidi di mafia e del maxi–processo di Palermo, oltre a lanciare un potente messaggio sull’importanza della legalità nella nostra società e di quanto sia importante non perdere il ricordo di chi ha pagato con la vita la fedeltà allo Stato. L’iniziativa di Cisl Brescia e Consiglio di Quartiere Borgo Trento nasce dalla condivisione dell’importanza di proporre spunti di riflessione sulla responsabilità ed impegno di ognuno nel mantenere alto il livello di guardia e di attenzione alla legalità”.
L’invito ad assistere allo spettacolo – che ha il patrocinio del Comune di Brescia – è rivolto a tutta la cittadinanza. L’ingresso è gratuito. Per informazioni: 335 5207998.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.