Rifugiati ucraini, 56 ospitati in centri di formazione a Ponte di Legno e Botticino

(red.) Lombardia protagonista nella gara di solidarietà a favore della popolazione ucraina. L’assessore regionale alla Formazione e Lavoro Melania Rizzoli in un collegamento video pubblicato sulla pagina Facebook di Lombardia Notizie online ha ribadito la disponibilità “raccolta in soli due giorni” dei Centri di Formazione Professionale della Lombardia per ospitare rifugiati Ucraini.
Sono a Sondalo (SO) 48 posti, Casargo (LC) 43 posti, Vertemate con Minoprio (CO) 40 posti, Botticino e Ponte di Legno (in provincia di Brescia) 56 posti. Quattro tra questi garantiranno anche il vitto.

 

“Ringrazio il mondo della Formazione professionale lombarda – commenta l’assessore Rizzoli – che senza esitazione si è mobilitato strutture per accogliere i rifugiati che scappano da questa orribile guerra”. “Chiedo a tutti – aggiunge – gli enti che dovessero avere anche se pur minime disponibilità, di mettersi in contatto con Regione Lombardia affinché si possa incrementare la nostra ospitalità”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.