Quantcast

“Raccontami una donna”, musica e teatro sabato in via Moretto in città

Più informazioni su

(red.) L’associazione culturale La Fionda del Villaggio Violino e l’associazione Festa Della musica Brescia presentano “Raccontami una donna“, uno spettacolo di musica e teatro in programma sabato 11 dicembre 2021 alle ore 20,30 presso Residenza Idra, al Mo.Ca di via Moretto 78, Brescia.
L’ingresso costa 15 euro e l’intero ricavato sarà devoluto ai Centri antiviolenza di Brescia.
Il gruppo Trait d’Union si esibirà in un concerto con canzoni dedicate al tema della violenza e della discriminazione di genere, intervallate da letture che raccontano della genesi di alcuni dei pezzi musicali. il progetto “Raccontami una donna” sarà recitato da Valeria Battaini e Laura Giusti, e musicato dalla band a cui si sono aggiunti due amici, Davide Gigliotti alle tastiere, e Gennaro D’Amicis al pianoforte.
La band sta lavorando per promuovere Aromatica e per portare avanti il progetto “Raccontami una donna” con l’obiettivo di raccogliere fondi per due centri anti-violenza della città: “La casa delle donne” e il “Centro anti-violenza Butterfly”. Potrebbe essere il primo di una lunga serie di concerti nei teatri della provincia. A seguire interverranno con monologhi Valeria Battaini e Laura Giusti. Durante la serata saranno disponibili delle cartoline con citazioni e pensieri sulle donne tratti dalla letteratura.

Lo spettacolo è il primo evento nell’ambito di Raccontami una donna, che – come informa una nota – segue una stesura delle attività ipotizzate per un progetto di sensibilizzazione rispetto alle discriminazioni contro le donne programmato a Brescia per la stagione 2021/22 e dedicato alla cittadinanza. L’associazione culturale La Fionda, con sede al Villaggio Violino, si propone come ente capofila del progetto, con l’intento di avvalersi della collaborazione di realtà diverse e del patrocinio del Comune di Brescia e della Provincia.
L’aspetto trasversale che accomuna tutti i momenti dell’evento è il potere del racconto nella lotta contro le discriminazioni che agiscono nei confronti delle donne, sia quelle che lo sono, sia quelle che lo stanno diventando. Per riflettere sul tema e a strutturare i momenti dell’evento si è riunito un comitato scientifico composto da persone che, specializzate in materie diverse, offrono contributi utili a considerare il tema nelle sue diverse sfaccettature, tra queste: – violenza contro le donne; – discriminazioni contro le donne transessuali; – storia della musica; – filosofia della narrazione; – strategie di marketing e pubblicità sessiste; – letteratura.

Il progetto, con i suoi momenti, intende essere trasversale e coinvolgere più assessorati – in particolare le Pari Opportunità, le Politiche Giovanili, i Servizi Sociali e la Cultura – e più associazioni ed enti. La finalità del progetto è quindi almeno duplice: oltre a operare una sensibilizzazione rispetto al tema delle discriminazioni verso le donne, intende rafforzare la rete di collaborazioni e la sinergia tra realtà diverse ma con finalità comuni, anche in un’ottica di fattiva collaborazione futura.
L’evento è rivolto all’intera cittadinanza e si svolgerà in forma itinerante, distribuito in luoghi diversi della città nell’arco di un paio di mesi durante la primavera 2021. Se destinataria è la cittadinanza, beneficiari del progetto sono i Centri antiviolenza di Brescia, Casa delle Donne e Casa Butterfly, cui l’incasso sarà devoluto.

 

 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.