Quantcast

Festival della Pace, il programma di sabato 20 novembre

Più informazioni su

(red) Prosegue la quarta edizione del Festival della Pace organizzato da Comune e Provincia di Brescia, in collaborazione con Fondazione Brescia Musei e Amnesty International e con l’alto patrocinio del Parlamento Europeo.
Questi gli eventi previsti dalla programmazione di sabato 20 novembre.

Alle 10 nella Chiesa di San Giorgio in Vicolo San Giorgio (Contrada Santa Chiara) si terrà l’iniziativa “Covid-19: Ponte o frattura fra i popoli” con la presentazione del libro “#Covid. Il cuore nelle mani”, riflessioni dei medici Antonella Bertolotti Intermed Onlus, Cooperazione Sanitaria Internazionale e Roberto Farfaglia, entrambi in prima linea durante d’emergenza pandemica. Assieme ai due medici interverranno Santina Bianchini Presidente Campagna Italiana contro le mine e Anna Della Moretta Giornale di Brescia.
Ingresso libero – prenotazione consigliata WhatsApp 339 8811374
Informazioni www.intermed-onlus.it

Alle 11 nel Salone Vanvitelliano di Palazzo Loggia, è in programma il talk “Brescia e Bergamo: dalla rivalità alla cooperazione” con gli interventi di Emilio Del Bono, sindaco di Brescia e Giorgio Gori, sindaco di Bergamo, moderati da Marco Bencivenga direttore La Provincia di Cremona, evento realizzato in collaborazione con Bergamo Festival.
Si rifletterà su come la condivisione della sofferenza dovuta alla pandemia abbia unito le due città. Rivalità antiche e recenti, competizione tra città vicine e simili, si sono trasformate in un percorso comune verso quella che sarà la prima Capitale italiana plurale della cultura nel 2023.
Ingresso libero con prenotazione consigliata sul sito www.festivaldellapace.it.

Alle 16, nel Museo Diocesano in via Gasparo Da Salò 13 è in calendario la tavola rotonda promossa dal gruppo di Brescia di “Emergency” “Le rivoluzioni possibili. Donne e Diritti” con gli interventi, moderati da Anna Della Moretta, di Marta Serafini scrittrice e giornalista, Amalia De Simone giornalista e fotoreporter e Donatella Albini Medica, delegata alla sanità del comune di Brescia e la presenza in collegamento di Raffaela Baiocchi ginecologa, responsabile dell’area di ostetricia e ginecologia di Emergency in Afghanistan.
Il dialogo prende spunto dal lavoro di Emergency in Afghanistan nell’Ospedale di Maternità di Anabah. L’emancipazione della donna attraverso una maternità pienamente assistita, la possibilità di completare gli studi, sino ad arrivare alla riqualificazione e al riconoscimento professionale. Si affronterà il tema della reale pratica dei diritti nel mondo arabo, musulmano, sino a giungere all’Italia e al nostro territorio.
Ingresso libero – prenotazione consigliata
Informazioni e prenotazioni brescia@volontari.emergency.it – tel. 335 214219

Alle 18.00 al Cinema Nuovo Eden, in via Nino Bixio 9, verrà proiettato il documentario di Luca Lucchesi “A black Jesus”, viaggio alla ricerca delle radici profonde della xenofobia, in cui gli abitanti di un borgo siciliano sono chiamati a mettere in discussione la propria identità a partire dall’icona stessa del proprio credo.
In questo paesino la statua di un Gesù Nero viene venerata da secoli. La comunità si trova di fronte a un bivio alla richiesta del diciannovenne ghanese Edward, ospite del contestato centro di accoglienza del paese, di affiancare i portatori locali della statua, prendendo parte attivamente alla processione annuale.
Ingresso: intero 6 euro, ridotto 5 euro
Prevendite www.nuovoeden.it
Informazioni www.nuovoeden.it – info@nuovoeden.it – tel. 030 8379404

Alle 19, in Piazza della Loggia si svolgerà il percorso guidato curato dalla cooperativa Mistral – Brescia” “Prossima fermata 900: la memoria delle due guerre. Un memoriale a cielo aperto” in cui si affronteranno i traumi provocati alla popolazione bresciana dai due conflitti mondiali che, a guerre concluse, sentì la necessità di ricordare coloro che si sacrificarono per la Patria. Durante il percorso si scopriranno le iniziative con cui si consegnarono alla memoria fatti e personaggi che scrissero la storia e quale fu il ruolo dei simboli e dell’arte.
Partecipazione gratuita (massimo 30 partecipanti)
Prenotazione obbligatoria info@mistralcoop.eu – tel. 030 523 11 64

Alle 20.30 al Teatro San Carlino in Corso Giacomo Matteotti 6 è in calendario il dibattito “Il medio oriente dopo l’Isis” basato sul libro di Marta Serafini “L’ombra del nemico”.
Il medioriente continua ad essere il fulcro di tensioni e conflitti che producono tragedie locali e hanno importanti ripercussioni globali. Alla sconfitta militare dell’ISIS non è corrisposta una pacificazione e democratizzazione della Siria, così come il ritiro della missione internazionale in Afghanistan ha visto l’immediata ripresa del potere dei talebani e l’imposizione di un regime che rischia di soffocare le aspettative di progresso e libertà di quella popolazione. Due dimostrazioni che non è con la guerra che si risolvono questioni che necessitano invece di essere affrontate con le armi nonviolente della politica.
Moderato da Piergiorgio Chiarini BresciaOggi, assieme all’autrice interverrà Faisal Al Mohamad portavoce dell’Associazione Siria Libera e Democratica
Ingresso libero

Saranno aperte al pubblico le mostre del Festival della pace:

La Cina NON è vicina. Badiucao – opere di un arista dissidente
Dalle 10 alle 18 Museo di Santa Giulia in Via Musei 81/b.
Ingresso gratuito con obbligo di certificazione verde (green pass).
Informazioni www.bresciamusei.com; CUP 030 2977833-834; santagiulia@bresciamusei.com

Untold stories” del fotografo Muhammed Muheisen.
Dalle 10 alle 18 all’Image Academy Brescia in Corso Giuseppe Garibaldi 16
Ingresso gratuito – prenotazione consigliata www.festivaldellapace.it
Informazioni: concorsomiso@gmail.com

AT WORK! Lavoro, Società, Comunità nell’arte contemporanea
Dalle 15 alle 19 sala Scacchi di Mo.ca, in via Moretto 78 mostra d’arte contemporanea di artisti di diverse generazioni e geografie culturali.
Ingresso gratuito – Prenotazione consigliata
Info@morettocavour.com; www.morettocvavour.com; www.acme-artlab.com

No more silence. Nome in codice Caesar
Dalle 15 alle 19 a San Cristo, Centro Missionari Saveriani via Piamarta 9
Esposizione fotografica relativa alle torture subite dai detenuti siriani nelle carceri sotto la dittatura di Assad,
Ingresso gratuito – prenotazione consigliata
Informazioni: www.weareodv.org; tel 051 262392.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.