Quantcast

Essere Bambino, torna il mercato vintage sabato 20 e domenica 21 novembre

Più informazioni su

(red.) Con grande piacere possiamo annunciare che, dopo due anni di stop, tornerà il Mercato Vintage in favore di Essere Bambino.
Come nel passato, vestiti nuovi e usati, cibo e vino, giocattoli e tanto altro, donati da amici dell’Associazione, saranno messi in offerta in una due giorni di mercato il cui ricavato sarà destinato alle attività dell’Associazione Essere Bambino.
Il comitato promotore composto da Barbara Averoldi, Fabrizio Benzoni, Mariangela Busseni, Costantino Franchi, Lilli Gialdini, Costanza Gnutti, Umberta Gussalli Beretta, Anna Melzani, Laura Monsi, Giovanna Montiglio, Franco Pansera, Gabriella Signoroni e Barbara Vallaperta desidera ringraziare in particolare Areadock’s per la consueta ospitalità all’iniziativa che si terrà presso gli spazi di via San Gervasio, Sabato 20 novembre dalle 15 alle 20 e Domenica 21 dalle 10 alle 19.
“Per la nostra Associazione questo evento rappresenta un’importante boccata di ossigeno per poter finanziare i progetti in favore dei bambini ospiti degli Spedali Civili di Brescia e delle loro famiglie, principalmente legati attraverso il sostegno del progetto di Assistenza Psicologica con le psicologhe pagate dall’Associazione e quello di sostegno economico in favore della famiglie in difficoltà” dichiara Luciana Patuelli, Presidente dell’Associazione.
“Un ringraziamento speciale a tutti gli amici e le amiche che, privatamente o tramite le proprie aziende, hanno deciso come in passato di sostenere il Mercato attraverso la donazione di oggetti, abiti, giocattoli, cibo e vino” dichiara Umberta Gnutti Beretta, membro del Comitato Promotore dell’iniziativa. “L’invito, esteso alla cittadinanza, è quello di non mancare in queste due date, ovviamente muniti di Green Pass e nel rispetto delle norme Anti-COVID”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.