Quantcast

“Non fatte a viver come brute”, ne parla Nicla Vassallo

Nell’ambito di Filosofi lungo l’Oglio, l’8 luglio alle ore 21 nella suggestiva cornice del Castello Guaineri di Roncadelle (Bs) è in programma una lectio magistralis della filosofa Nicla Vassallo dal titolo: “Non fatte a viver come brute”.
L’intervento di Nicla Vassallo, dal titolo volutamente provocatorio, pone l’accento sul tema dei diritti delle donne e delle rivendicazione spesso tanto contrastate. Con Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza, Dante incoraggia chi a perseguire una navigazione, indicando una rotta, e verso quale “porto”? Qui il protagonista è un uomo da sempre considerato d’eccezione, Ulisse. E Penelope? E le “altre”? Non so se la loro sia stata una delle più belle storie d’amore, come ci viene spesso narrato. O una storia di patriarcato, ancor oggi purtroppo ben presente, ove alle donne vengono negate identità personali, conoscenze, traumi, donne troppo spesso brutalizzate, in varie “misure” (minori o maggiori) nel loro tentativo di esistere quali esseri umani. Come sostiene Aristotele, non si è esseri umani se non si aspira alla conoscenza. Ma se le donne vengono ostacolate nei loro diritti e doveri di conoscere, e di essere conosciute, quali “esseri” sono? Fatte non foste a viver come brute?
L’incontro è a ingresso libero, senza necessità di prenotazione, e si potrà accedere fino a esaurimento posti, nel rispetto delle normative anti-Covid. Per maggiori informazioni è possibile andare sul sito: www.filosofilungologlio.it