Quantcast

Approvata dalla Regione una risoluzione in favore dei territori montani

Per Floriano Massardi (Lega), si tratta di un "documento concreto di governo del territorio, con programmazione lungimirante e realistica”.

(red.) È stata approvata dall’aula consiliare di Regione Lombardia la risoluzione “Iniziative in favore dei territori montani”.
“Questa risoluzione rappresenta un punto di svolta concreto nelle politiche dei territori montanti, non l’ennesimo “elenco della spesa”, ma una programmazione lungimirante e realistica, che si occupa di enti locali, di sviluppo economico e turismo, di agricoltura e sistemi verdi, aggiornando le linee di intervento per renderle maggiormente rispondenti al mutato contesto attuale, stravolto dalla pandemia da Covid19” spiega Floriano Massardi, vicecapogruppo per la Lega in Consiglio regionale e proponente della risoluzione in Commissione Montagna.

“Non vi è dubbio che la montagna abbia avuto un ruolo centrale nelle politiche attuate durante tutta l’XI legislatura regionale, a partire dalla nomina di un assessore con questa delega specifica sin dal 2018″, prosegue Massardi. “La risoluzione odierna testimonia ancora una volta l’attenzione concreta che, come amministrazione, poniamo alle tematiche dei territori montani e dei suoi abitanti: essi, infatti, pur essendo circa il 10% della popolazione lombarda, risiedono in un territorio che è pari ad oltre il 40% del totale regionale ed offrono in conseguenza, in modo diretto e indiretto, risorse e servizi a tutto il resto del sistema Lombardia. Lavorare per la montagna e i suoi cittadini ricopre perciò un ruolo cruciale per tutta la Lombardia; queste premesse ci hanno portato ad instaurare, in un clima di grande collaborazione tra Giunta e Consiglio, una forte interlocuzione con le rappresentanze di Anci, Uncem, Cai e Unimont e dei territori, il cui contributo è stato fondamentale, al fine di giungere alla produzione di un atto che tenesse conto delle istanze di tutti e fosse il più partecipato e inclusivo possibile”.

“Ci siamo occupati, con questa risoluzione, di valorizzare il sistema economico montano”, dice ancora Massardi, “tramite il potenziamento delle reti turistiche ed escursionistiche; abbiamo affrontato il tema dello spopolamento dei territori e rivalutato una fiscalità differenziata, con sgravi fiscali a favore degli imprenditori di montagna. Importante ruolo riveste, anche, la conservazione del suolo e la sua valorizzazione e la sua difesa, tramite la prevenzione del dissesto idrogeologico. Non ultimo, è presente nella risoluzione il tema della formazione e dell’istruzione, con degli specifici focus sul contrasto della dispersione scolastica e una corretta modulazione dell’offerta formativa, mediata con gli operatori economici locali. Mai in Consiglio regionale si erano affrontate in modo così approfondito e mirato le problematiche della montagna e non posso che dirmi estremamente soddisfatto del risultato cui siamo addivenuti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.