Quantcast

Fondazione della Comunità Bresciana inizia il 2021 con quattro bandi

Sociale, Cultura, Istruzione, Tutela promozione e valorizzazione del patrimonio storico, artistico e ambientale. A disposizione risorse per 1,15 milioni di euro.

Più informazioni su

(red.) Sociale, Cultura, Istruzione, e Tutela promozione e valorizzazione del patrimonio storico, artistico e ambientale: quattro i bandi inaugurano l’attività erogativa 2021 di Fondazione della Comunità Bresciana.
La Fondazione – mettendo a disposizione contributi complessivi pari a 1 milione e 150 mila euro, intende sostenere le organizzazioni e gli enti no profit del territorio di Brescia e provincia nella realizzazione di progetti di utilità sociale.
I bandi sono aperti da martedì 4 maggio 2021 e i progetti per i quali le organizzazioni intendono chiedere un contributo devono inderogabilmente pervenire presso la Fondazione – in via telematica iscrivendosi ed accedendo alla Nuova area riservata dal sito www.fondazionebresciana.org – entro le scadenze specificate nella tabella qui sotto.

Bandi fondazione civiltà bresciana

Le risorse disponibili sono messe a disposizione da Fondazione Cariplo per le “erogazioni territoriali”. Possono presentare domanda i soggetti che operano ed abbiano sede operativa nel territorio della provincia di Brescia e che non perseguono finalità di lucro.

Il Bando Sociale intende finanziare progetti di inserimento abitativo indirizzati a soggetti particolarmente fragili; progetti di attivazione della comunità che favoriscano la coesione sociale e lo scambio tra famiglie; progetti volti al contrasto del disagio psicologico adolescenziale e giovanile acuito anche dalla pandemia di Covid-19; progetti volti a contrastare violenze domestiche, nuove dipendenze, forme di bullismo, malattie sessualmente trasmissibili, abuso di alcol e di stupefacenti;
infine progetti volti a dare sollievo a famiglie con a carico persone svantaggiate.
Il Bando per la tutela, promozione e valorizzazione del patrimonio storico, artistico e ambientale vuole individuare progetti in grado di stimolare nuove risposte ai bisogni della comunità bresciana.
Il Bando Cultura si rivolge a progetti volti all’apprendimento e all’approfondimento di una cultura scientifica ed economico-finanziaria da parte delle giovani generazioni; progetti rivolti all’ideazione e al potenziamento della ricerca e della sperimentazione delle arti visive, con particolare attenzione ai linguaggi della contemporaneità; attività che incentivino la partecipazione attiva della popolazione al mondo dell’arte e della cultura (anche attraverso l’attivazione di nuove tecnologie), con particolare attenzione verso gli anziani; realizzazione di percorsi o incontri per ridurre i pregiudizi e le discriminazioni.
Il Bando Istruzione infine intende finanziare in via prioritaria progetti di attività di “dopo scuola”; sostegno professionale in orario scolastico a studenti in difficoltà per condizioni fisiche e/o mentali; azioni mirate per l’integrazione scolastica di studenti stranieri; percorsi innovativi in grado di incentivare l’approfondimento delle materie scientifiche; percorsi in grado di incentivare le eccellenze formative; percorsi di Service Learning; progetti volti a sostenere il metodo didattico del Debate all’interno degli Istituti Scolastici; percorsi di formazione che favoriscano l’avvicinamento degli studenti al mondo del lavoro.
Si specifica che tutti i bandi sono a raccolta erogazione. Pertanto le organizzazioni proponenti, una volta preselezionate, dovranno raccogliere donazioni che attestino il diretto coinvolgimento del territorio al fine di essere definitivamente ammesse tra gli assegnatari. Le donazioni verranno rese immediatamente disponibili all’ente proponente.
I regolamenti dei bandi sono pubblicati sul sito web della Fondazione.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.