Quantcast

“La salute come diritto fondamentale”, giovedì un incontro online

Più informazioni su

(red.) Prosegue la rassegna dedicata all’ art. 32 della Costituzione: “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e tutela della collettività (…)”. L’iniziativa si colloca nell’ambito delle attività di Manifesto Costituente Brescia, composto da una rete di oltre 50 associazioni che dal mese di gennaio riflettono sugli articoli fondamentali della Costituzione, ed è realizzato da Emergency Brescia, Medicina Democratica, Forum Salute Mentale Marco Cavallo, Movimento per la Decrescita Felice, Basta Veleni, Udu Studenti Per e Uisp.
Il prossimo evento si svolgerà il 15 aprile alle ore 20,30 ed avrà per titolo “Art.32. La salute come diritto fondamentale: la storia, la realtà, le possibilità”.
L’iniziativa prevede l’intervento di due ospiti: Roberto Del Bono, già medico degli Spedali Civili di Brescia e rappresentante di Medicina Democratica, e  Andrea Bellardinelli, coordinatore di Programma Italia di Emergency Ong Onlus, moderati dalla giornalista Anna Della Moretta.
Roberto del Bono interverrà rispetto al percorso legislativo che, partendo dalla Legge 833/78 che costituì il Servizio Sanitario Nazionale e dalla Riforma Costituzionale del Titolo V°, che ha assegnato alle Regioni la competenza legislativa su organizzazione, gestione e finanziamento del sistema sanitario, si conclude con la disamina della Legge 23/2015 riguardante la Lombardia.
Andrea Bellardinelli parlerà dell’esperienza di Emergency nelle regioni nelle quali opera in Italia, attraverso un presidio del territorio che rivela un approccio al diritto alla cura che rimette al centro le parole chiave dell’art. 32 della Costituzione.
Giovedi 15 aprile alle ore 20,30 l’evento verrà trasmesso in diretta sulle pagine Facebook delle associazioni che organizzano l’iniziativa oltre a quella di Manifesto Costituente Brescia. Al termine delle interviste sarà anche possibile porre domande agli ospiti attraverso l’uso della chat.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.