Quantcast

In via telematica gli Stati Generali della rappresentanza studentesca provinciale

Il tema scelto dalla Consulta degli studenti è l’Agenda 2030, con focus su istruzione di qualità; imprese, innovazione e infrastrutture; città e comunità sostenibili; lotta al cambiamento climatico.

Più informazioni su

(red.) Il 9 aprile dalle ore 9, in via telematica sulla piattaforma Teams la Consulta provinciale degli Studenti di Brescia ha svolto gli stati generali della rappresentanza studentesca, un evento di formazione aperto ai rappresentanti di Istituto e di Consulta di tutte le scuole superiori della provincia.
Anche quest’anno – informa una nota della Consulta provinciale – si è voluto riproporre l’evento, importantissimo per la collaborazione tra i rappresentanti di Istituto e Consulta, che in questo periodo difficile sono riusciti a tenere uniti e informati i loro studenti.

Quest’anno il tema degli Stati Generali è stata l’Agenda 2030. Per questo evento sono stati selezionati quattro SDG: istruzione di qualità; imprese, innovazione e infrastrutture; città e comunità sostenibili; lotta al cambiamento climatico.
Tutto questo è stato possibile grazie al sostegno dell’Ufficio Scolastico Territoriale, in particolare dalla prof.ssa Antonella Greco, referente della Consulta. È stato presente in introduzione dell’evento il dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale, il dott. Giuseppe Bonelli. L’incontro è proseguito con i tavoli di lavoro tematici, tenuti dai relatori di IAIA Italia, che hanno aiutato i rappresentanti in questo percorso. Al termine dei lavori nei vari tavoli di lavoro, un referente per gruppo ha esposto i temi trattati, inglobando anche le proposte che sono scaturite dalle varie discussioni avvenute nel tavolo tematico.

“È stata un ottima opportunità poter riproporre, anche se in via telematica, gli Stati Generali che sono un momento di incontro tra la rappresentanza studentesca della nostra provincia. Il programma della giornata è stato molto articolato, con la presenza importantissima di temi di attualità, come l’Agenda 2030. Grazie ai relatori dell’evento e alla Consulta per aver organizzato questo evento così importante”. Queste le parole del provveditore Bonelli, alle quali si sono unite
quelle del presidente di IAIA Italia l’ing. Giuseppe Magro, che commenta così l’evento: “È stato un piacere poter aprire i lavori degli Stati Generali. Avere difronte a se più di cento giovani significa avere più di cento attori e produttori del cardine futuro della nostra società. Rimango affascinato quando sento parlare i giovani di responsabilità e di come questi si interessano nell’avere il proprio ruolo nel mondo di domani. Il lavoro e la voglia di fare sono nella genetica dei cittadini e nei giovani bresciani”.

Il presidente della Consulta Giosuè Pansini, il vicepresidente Moussa Savane e il segretario lorenzo Lancini ringraziano tutti i rappresentanti che hanno partecipato attivamente agli Stati Generali e auspicano che questo evento possa unire ancora di più la comunità degli studenti della provincia, trovando nei loro rappresentanti un punto fermo a cui far affidamento.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.