M5S al sindaco: “Via quel manifesto contro la libertà delle donne”

Brescia, il Movimento 5 Stelle chiede la rimozione dei cartelloni "Pro Vita" contro la pillola per l'interruzione di gravidanza.

(red.) “Chiediamo la rimozione immediata di tutti manifesti “Pro Vita” apparsi recentemente in alcune vie della città”, scrive in un comunicato diretto all’amministrazione di Palazzo Loggia il gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle nel comune di Brescia. “Tali manifesti dicono il falso, additando come “veleno” un farmaco regolarmente approvato dalla Aifa e considerato sicuro ed efficace dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), oltre ad essere in uso in tutti i paesi dell’Unione Europea ad accezione di Lituania, Polonia, Irlanda e Malta che vietano l’aborto”.
“Tale falsa informazione”, prosegue la nota che porta la firma del portavoce pentastellato Guido Ghidini, “proprio perché menzognera, genera allarme per la cittadinanza; rappresentando peraltro una donna morta a terra, fatto gravissimo ed irrispettoso della libertà di autodeterminazione. Che il sindaco ne ordini la immediata rimozione”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.