Quantcast

Rete di Daphne, su Youtube “Storie di donne: insieme contro la violenza”

(red.) Importante appuntamento quello del 25 novembre, organizzato dall’associazione Rete di Daphne, in occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, sul tema “Storie di donne: insieme contro la violenza”. Ad aprire gli interventi Francesca Nodari filosofa e direttore scientifico della Fondazione “Filosofi lungo l’Oglio” e del festival omonimo che quest’anno è giunto all’importante traguardo della XV edizione.
Alle 20.30 basterà collegarsi al canale YouTube di Aria – Daphne oppure alle pagine Facebook dell’Associazione Rete di Daphne, Rete Antiviolenza Aria e dei Comuni della Rete per ascoltare gli interventi di quante si sono unite per dire no alla violenza sulle donne.


Francesca Nodari
, nell’intervenire sul tema, presenterà Storia di Dolores. Lettera al padre che non ho mai avuto, edito da Mimesis. Un libro che focalizza la scelta di raccontare ad altri il proprio dolore, la propria personalissima storia. «Il viaggio catartico di una donna resa vulnerabile da quel plateale, clamoroso rifiuto di paternità» come scrive la psicologa Maria Rita Parsi nella premessa al libro della scrittrice e filosofa. Un libro che parla d’amore ma anche di paternità e maternità, di un «non padre» e di una «ex figlia». Un percorso reso possibile anche attraverso i preziosi strumenti della riflessione filosofica. Dolores diventa metafora di una vita all’insegna della negazione e dal rifiuto. Il racconto e la condivisione con gli altri – con i lettori – diventano elemento consolatorio  per il superamento del trauma: una lettera dedicata alle donne vittime di violenza in cui l’autrice sceglie di spiegare questa storia dolorosa tramite la forma epistolare.

Nel segno dell’impegno contro la violenza sulle donne, anche il video realizzato dalla filosofa Nicla Vassallo e dell’attrice Carla Signoris per la regia di Gianni Ansaldi, dal titolo “Il silenzio aiuta il carnefice, mai il torturato “. La filosofa e l’attrice in un video-dialogo intelligente, sobrio, socratico, lanciano l’auspicio che giunga il momento in cui non si parlerà più di violenza sulle donne, né di donne o di donna. Si potrà abolire l’appartenenza di genere perché a contare saranno gli esseri umani, le loro specifiche identità personali. Violenza e violenze sulle donne saranno svanite.
Nicla Vassallo, professoressa ordinaria di Filosofia Teoretica presso l’Università degli Studi di Genova, entra, proprio in questi giorni, a far parte del comitato scientifico della Fondazione “Filosofi lungo l’Oglio” composto da: Francesca Rigotti (Presidente), Bernhard Casper, Massimo Donà, Francesco Miano, Maria Rita Parsi (vice-presidente) e Francesca Nodari.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.