Per gli acquisti di Natale extra cashback di 150 euro

In arrivo un rimborso del 10% per le spese effettuate nel mese di dicembre con carte di credito  e app.

Più informazioni su

(red.) Il governo sta preparando un rimborso del 10%, fino a un massimo di 150 euro, aggiuntivo rispetto alle misure già previste, per le spese effettuate nel mese di dicembre con carte di credito  e app. Il contributo, fatto per stimolare gli acquisti natalizi, potrà essere richiesto da chi nel mese di dicembre farà almeno 10 acquisti con carta (ma non per lavoro) e il rimborso arriverà direttamente via bonifico sul conto corrente entro la fine dell’anno.

Secondo quanto emerso finora non dovrebbero essere conteggiati gli acquisti fatti on line, ma solo quelli effettuati fisicamente nei negozi e negli esercizi commerciali, cioè dove si potrebbe in alternativa pagare in contanti. Lo shopping online dovrebbe essere dunque escluso dall’incentivo.
Resta ancora da definire il giorno in cui entrerà in vigore la misura, che sarà pronta comunque per l’inizio del prossimo mese.

Per usufruirne bisognerà essere maggiorenni, residenti in Italia, e dichiarare che le carte registrate vengono utilizzate solo per acquisti al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, arte o professione. Bisognerà iscriversi sulla app «Io» della pubblica amministrazione o su eventuali altri sistemi messi a disposizione dagli operatori convenzionati con PagoPa, e fornire il proprio codice fiscale, gli estremi delle carte e l’Iban, perché i rimborsi arriveranno direttamente sul conto corrente.

I 150 euro sarebbero aggiuntivi rispetto a quanto già previsto dal cosiddett
o piano cashback che premia l’uso delle carte di credito. In totale, dunque, chi usa i metodi di pagamento digitali potrà ottenere fino ad un massimo di 3.450 euro nel prossimo anno sommando i vari rimborsi: l’extra cashback di Natale (150 euro); il normale cashback (da 300 euro); il super cashback (da 3000 euro) che però andrà solo ai 100 mila cittadini italiani che useranno di più la carta, non tanto per la cifra ma piuttosto per la quantità di operazioni effettuate.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.