Quantcast

Giorni dell’Airc, da Brescia una ricerca per combattere il melanoma

Marco Presta lavora all'Università statale con un laboratorio che da anni si occupa dello studio dei tumori.

(red.) Questi in corso intorno a lunedì 9 novembre sono i giorni dedicati alla ricerca, con tutte le iniziative a sostegno dell’Airc. E in questo senso Brescia è in prima fila per scovare tutte le armi possibili con cui combattere le varie forme tumorali. Proprio in questo periodo il professore Marco Presta, ricercatore di Airc e operativo all’Università degli Studi di Brescia dove insegna Patologia generale e si occupa dello studio dei tumori, ha contributo a un’importante ricerca pubblicata su “Cancer Research”.

Della nuova pubblicazione dà notizia Bresciaoggi. Il gruppo bresciano con Mirella Belleri e altri sodalizi italiani e stranieri, tramite il finanziamento dell’Associazione italiana della ricerca sul cancro, ha scoperto un enzima che è in grado di modulare la crescita e l’attività del melanoma della pelle, tra i più resistenti. Si stanno cercando tutte le soluzioni possibili per non alimentare il tumore e si punterebbe su una molecola con cui bloccare lo sviluppo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.