Due quadri di Giancarlo Guerrato donati alla Casa della Memoria

(red.) La Signora Carla Caleffi vedova del pittore Giancarlo Guerrato – in arte Guerca – unitamente ai propri figli, ha voluto donare alla Casa della Memoria due quadri dedicati dal marito alla strage di Piazza della Loggia.
Le due significative opere riportano come titolo: “28 Maggio 1974” e “Il giorno della vergogna” e testimoniano come l’artista abbia tradotto in arte l’ascolto dei suoi sentimenti, delle sue emozioni posto di fronte alla violenza consumata in quel 28 Maggio 1974.

Nel nostro tempo frenetico, sovente non diamo ascolto alle nostre sensazioni, mentre “L’arte a volte le ascolta per noi, dà loro forma, le traduce in immagini; alle quali è bello affidarsi, perché possono aprirci universi inesplorati”. (Mauro Corradini, Introduzione al catalogo della mostra personale di Guerca tenuta all’AAB nel 2007).
“Le due opere donate dai famigliari di Giancarlo Guerrato non sono solo un gesto, una testimonianza per onorarne la memoria, ma anche una forma di partecipazione a quel tragico evento che ha colpito la città”, sostiene Manlio Milani, presidente della Casa della Memoria. “Così, attraverso le sue opere, potremo continuare a riflettere insieme sia sul significato di quanto accaduto in Piazza della Loggia il 28 Maggio 1974, sia sul come la città ha saputo reagire e tenerne alta la memoria”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.