Alzano (Bg), da medico malato di Covid a primario di Chirurgia

Pierpaolo Mariani, di Gussago, si era ammalato alla fine di febbraio, poi tornato in corsia. Ora la nomina.

(red.) E’ una bella storia quella che arriva dalla vicina provincia di Bergamo e che coinvolge un medico bresciano. Pierpaolo Mariani, 49 anni, operativo all’ospedale Pesenti Fenaroli di Alzano, tra i paesi più colpiti dalla pandemia da Covid-19, si era ammalato a sua volta nel momento in cui lo scorso 23 febbraio il suo tampone era risultato positivo. E lo stesso anche per la moglie, costretta con il marito alla quarantena nella loro casa di Gussago, nel bresciano, insieme ai due figli che lasciavano loro fuori dalla porta il pranzo, la cena e le medicine.

E dopo aver trascorso in isolamento venti giorni di malattia, il professionista bresciano era tornato al suo lavoro al fianco dei colleghi in prima fila nell’assistere i pazienti affetti dal virus. La notizia delle ore precedenti a mercoledì 2 settembre è che l’azienda socio sanitaria di Bergamo Est lo ha nominato primario di Chirurgia proprio in quell’ospedale dove il medico lavora dal 2018.

Originario di Cellatica, Mariani si è laureato in Medicina e Chirurgia all’Università degli Studi di Brescia e specializzato in Chirurgia generale. Residente a Gussago, dal 2002 lavora nella bergamasca prima al Bolognini di Seriate e ora ad Alzano. Per la sua nomina a primario sono arrivati i complimento del governatore lombardo Attilio Fontana.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.