Risorse dal Pirellone, imprese: meno burocrazia e immediata liquidità

Ieri nell'auditorium della Camera di Commercio il secondo incontro del tour regionale per raccogliere le istanze.

(red.) Nelle settimane precedenti a sabato 23 maggio la Regione Lombardia ha approvato un maxi piano di investimenti che prevede una somma di 2,5 miliardi di euro da muovere sul territorio. Ma per capire quali siano le indicazioni e i settori più critici e sui quali intervenire, dal Pirellone hanno programmato una serie di incontri nelle province lombarde con le associazioni di categoria. Ieri, venerdì 22 maggio, è stato il turno di Brescia nell’auditorium della Camera di Commercio.

Organizzato dal presidente del Consiglio regionale Alessandro Fermi con l’ufficio di Presidenza della Regione, al tavolo si sono sedute diverse associazioni. E alla fine da parte di tutti sono emerse istanze relative alla necessità di avere meno burocrazia, far giungere alle imprese in difficoltà maggiore liquidità e nel minore tempo possibile, velocizzare i tempi di pagamento alle aziende e bandi più rapidi. Ma anche sostegni importanti al turismo, garantire in sicurezza il ritorno all’opera dei lavoratori e maggiore collaborazione tra le istituzioni.

Sono una serie di elementi che saranno valutati dalla Giunta regionale e dalle commissioni per capire come investire i 2,5 miliardi di euro nel prossimo triennio dal 2020 al 2022, anche a livello di infrastrutture. Ma visto quanto accaduto a livello sanitario, viene anche chiesto al Pirellone maggiore coordinamento e un piano strategico più ampio, anche sul fronte del sostegno alle famiglie e ai figli dal punto di vista scolastico.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.