Giornata mondiale dell’Infermiere, in Lombardia si studia il futuro

8.600 sono stati impegnati in questi due mesi negli ospedali bresciani. Si valuta il potenziamento sul territorio.

(red.) Oggi, martedì 12 maggio, si celebra la Giornata internazionale dell’Infermiere e ovviamente in questo periodo la ricorrenza assume un tono molto particolare. Sono 8.600 quelli che sono impegnati a più livelli negli ospedali bresciani e ora, di fronte a un’emergenza che per fortuna sta rallentando, si pone la questione del futuro. Al primo posto, in una regione martoriata come la Lombardia, si studia la nuova organizzazione degli organici e con una maggiore presenza sui territori e nelle case di riposo.

In questi oltre due mesi di attività connessa all’emergenza, gli infermieri nel bresciano si sono dovuti adattare a ogni circostanza e anche formati direttamente sul campo. Ma il problema maggiore resta sempre il territorio e per questo motivo in Regione Lombardia è stato aperto un tavolo di lavoro per ripensare una vera e propria nuova organizzazione del sistema socio sanitario. Tanto che prima dell’avvento del coronavirus, come sottolineano dall’Ordine delle professioni infermieristiche di Brescia, era stata richiesta la figura di un infermiere di famiglia da aggiungere al medico.

L’idea per il futuro sarà quello di professionisti più formati e specializzati, ma che dovranno anche essere riconosciuti di più a livello economico. Intanto da oggi, proprio in occasione della Giornata, è stato pubblicato online il brano musicale “In prima linea” di Danilo Amerio, Sherrita Duran e Franco Fasano con l’Associazione culturale Claudio Moretti per la raccolta fondi #NoiConGliInfermieri avviata dalla Federazione nazionale degli ordini delle professioni degli infermieri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.