Quantcast

Coronavirus, un bresciano alla guida della task force verso la fase 2

Vittorio Colao, 59 anni, è stato amministratore delegato di Vodafone e di Rcs. Coordinerà un gruppo di esperti.

(red.) Dalla conferenza stampa di ieri sera, venerdì 10 aprile, per presentare la proroga delle limitazioni da rispettare fino al 3 maggio e con cui evitare la diffusione del coronavirus, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha anche illustrato un gruppo di lavoro – una task force – che dovrà occuparsi della cosiddetta fase 2, quella verso l’allentamento graduale delle misure e in cui si dovrà tornare al lavoro e a scuola, ma convivendo con il virus in attesa di un vaccino.

A guidare la task force di diciannove elementi (qui l’elenco completo), tra economisti, giuristi ed esperti, sarà il manager bresciano Vittorio Colao. 59 anni e nominato Cavaliere del Lavoro nel 2014, per dieci anni è stato amministratore delegato di Vodafone e ha anche guidato il colosso editoriale Rcs. Ora, con gli altri esperti, sarà chiamato alla sfida di far ripartire l’Italia dopo la chiusura totale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.