Desenzano, Fabrizio Corona all’Anffas

Il noto personaggio, ex fotografo dei vip, venerdì 11 ha visitato la sede dell'associazione. Sostiene il progetto "Tino Generation" per disabili.

Più informazioni su

Corona(red.) Nel pomeriggio di venerdì 11 dicembre Fabrizio Corona, ex fotografo dei vip, noto personaggio e coinvolto in varie vicende giudiziarie, ha fatto visita al centro Anffas a Rivoltella di Desenzano del Garda, nel bresciano. La realtà sociale esiste dal 1980 e si occupa di persone con disabilità. Corona, che ha scontato il resto della pena alla comunità di don Mazzi per il processo legato alle fotografie, è giunto sul Garda per sostenere e conoscere il progetto “Tino generation”. Si tratta di un brand locale che da tre anni dona una parte del proprio ricavato alla realtà benefica con cui l’impianto fotovoltaico.
“Credendo fortemente nel progetto, Corona ha voluto visitare l’associazione per conoscere da vicino la realtà delle famiglie che Anffas sostiene. Negli ultimi anni è diventato un personaggio pubblico con una vita segnata da esperienze negative – hanno detto Vito De Luca e Daniele Angelini di Tino Generation – ha deciso di essere vicino alle persone in difficoltà”. Dal punto di vista pratico, l’ex fotografo dei vip inserirà i prodotti del marchio sul proprio sito di vendita online e li indosserà.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.