Quantcast

Libertà di culto, “Pgt di Brescia illegittimo”

Il Tar di Brescia ha accolto un ricorso dell'associazione Muhammadiah di via Volta. Il documento approvato dalla giunta Paroli nel 2012 è da modificare.

Più informazioni su

(red.) Il Piano di Governo del territorio (Pgt) di Brescia era illegittimo, e non garantiva il principio costituzionale per la libertà di religione. Il Tar della nostra città ha accolto un ricorso dell’associazione culturale islamica Muhammadiah, che contestava al Pgt approvato nel 2012 dalla giunta guidata di Adriano Paroli, di non aver inserito la sede dell’associazione in via Volta tra l’elenco dei servizi religiosi esistenti.
Secondo il Tribunale amministrativo, il documento urbanistico “ha negato l’esistenza di aree che accolgono attrezzature religiose di enti di confessioni diverse dalla cattolica, e nel piano dei servizi non ha assicurato nuove aree per attrezzature di interesse comune per servizi religiosi e ha modificato la classificazione di area di proprietà della ricorrente includendola in nuclei di antica formazione”. Il Tar, nella sentenza, ha ribadito il diritto alla libertà di culto, come prevede l’articolo 19 della Costituzione, l’articolo 9 della Convenzione Europea e l’articolo 10 della Carta dei Diritti Fondamentali dell’Unione Europea.
Quindi il Pgt di Brescia è illegittimo, poichè “nel Piano dei servizi sono stati considerati soltanto i servizi religiosi collegati alla Chiesa cattolica. Per contro, la presenza in Brescia di comunità di cittadini di religione musulmana è dato notorio a livello locale e nazionale”. Ora il comune dovrà prendere dei provvedimenti, e prevedere aree dedicate ai luoghi di culto, anche non cattolici.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.