Ristoranti, ecco i migliori di Brescia

Più informazioni su

La nuova edizione del Gambero Rosso con i top della gastronomia in provincia.


(red.) Anche a chi non è un fan delle classifiche o delle guide gastronomiche, che spesso rispondono a logiche poco chiare per la massa degli utenti normali, interesserà sapere che ci sono anche 30 ristoranti della provincia di Brescia tra i 1.931 locali italiani recensiti nell’ultima edizione della celebre guida gastronomica del Gambero Rosso, quella appena pubblicata e datata 2008.
Solo uno dei "nostri" ha però le tre forchette che rappresentano il massimo livello, e a conquistarle è stato ancora una volta uno chef d’importazione che ha sempre goduto dei favori della critica italiana: si tratta del milanese Gualtiero Marchesi, che ha portato (dall’anno scorso) al top il ristorante de L’Albereta di Erbusco, in Franciacorta con il voto di 90/100.
Ad altri locali bresciani sono toccate invece le due forchette. In testa con 88 punti stanno il Miramonti l’altro di Concesio con lo chef bretone Philippe Leveillé e il patron Mauro Piscini e il Gambero della famiglia Gavazzi di Calvisano. Seguono il Capriccio di Manerba e il Villa Fiordaliso di Riccardo Camanini a Gardone Riviera con 85 punti. Poi il Due Colombe di Rovato, a quota 82 con Il Gelso di San Martino di Cazzago.
Ai massimi livelli troviamo ancora il Mirto dell’Hotel Parco della Fonte di Vallio, l’Antica Cascina Lenga di Botticino Sera, l'Antica Trattoria alle Rose di via Gasparo da Salò, ovviamente a Salò, la Piazzetta di Sant’Eufemia a Brescia, il ristorante Scarlatto a Campo Marte in città, il classico Benedetto Girelli, di Benedetto Maffio Boschi, a Barghe.
Fra le trattorie spicca la Villetta di Palazzolo Sull’Oglio, che si è confermata ai vertici con gli ambiti tre gamberi. Una segnalazione anche per il piatto di formaggi della trattoria La Madia di Michele Valotti a Brione.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.