Blitz Polizia a ex Pietra, denunciati 15 senza tetto

Ieri mattina l'intervento della Locale nel vecchio complesso industriale abbandonato. Trovati stranieri senza documenti e due italiani. Effettuata bonifica.

(red.) Ieri mattina all’alba, giovedì 14 marzo, gli agenti della Polizia Locale di Brescia hanno effettuato un blitz all’interno dell’ex complesso industriale Pietra, tra le vie Dalmazia e Orzinuovi, in città. L’area industriale è molto ampia, ma anche abbandonata da tempo e così nel corso degli anni è diventata una zona frequentata da tossicodipendenti, senza tetto, prostitute e gente che non ha una casa e vive di stenti. Una situazione drammatica, quindi, ma non l’unica per quanto riguarda Brescia. E a volte viene richiesto un intervento di bonifica e pulizia alle forze dell’ordine. Nelle settimane precedenti è fallita anche la società proprietaria del complesso industriale, inducendo il tribunale di Brescia a nominare un curatore che per primo ha chiesto un’operazione di bonifica.

Ed è scattata proprio ieri mattina intorno alle 7 quando una decina di agenti sono stati impegnati nell’attività. All’interno c’erano diverse capanne e baracche che soggetti alla deriva della società si erano costruiti con quanto possedevano. Durante il blitz sono stati scoperti quindici soggetti, di cui tredici stranieri tra magrebini, centrafricani e rumeni e due italiani già conosciuti alle forze dell’ordine per la loro situazione di tossicodipendenti. Tutti sono stati fatti uscire dall’ex Pietra e hanno incassato una denuncia per invasione e occupazione abusiva di terreni e fabbricati.

Ora la posizione di molti di questi, che non avevano documenti, sarà al vaglio dell’ufficio Immigrazione. Nel frattempo, sempre ieri mattina, si è proceduta con la bonifica abbattendo le baracche e scoprendo condizioni igieniche improponibili. Durante l’intervento è stata messa mano alle recinzioni esterne per dare una protezione maggiore ed evitare altri episodi di introduzione di senza tetto e balordi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.