Quantcast

Metro, Caffaro e ambiente: bilancio del Pirellone

Gli assessori Mattinzoli e Rolfi hanno illustrato quanto fatto dalla Regione sul territorio bresciano nel 2018. Le nuove sfide anche per il prossimo anno.

(red.) Nella giornata di ieri, venerdì 28 dicembre, gli assessori lombardi bresciani Fabio Rolfi e Alessandro Mattinzoli hanno presentato il bilancio della Regione per quanto è stato fatto nel 2018 proprio nella nostra provincia. E l’ultimo intervento, illustrato dall’assessore allo Sviluppo Economico Mattinzoli, affronta 6 milioni di euro per le micro e piccole imprese artigiane, edili e manifatturiere per investimenti produttivi tra impianti e macchinari di nuova generazione. A livello bresciano, Rolfi ha parlato dei 6,5 milioni di euro stanziati quest’anno per la metropolitana di Brescia, con l’obiettivo di rendere il contributo strutturale in base ai nuovi criteri da rivedere.

Dal punto di vista dell’ambiente e dell’inquinamento, per i due assessori il 2019 sarà un anno di priorità partendo dalla Caffaro. L’idea del competente all’Agricoltura, Rolfi, è quella di recuperare terreni agricoli a sud dello stabilimento per realizzare un grande bosco urbano. Spostandosi nella Bassa, il tema centrale a livello di inquinamento è quello della distribuzione di fanghi e gessi di defecazione per le quali viene chiesto ad A2a di affrontare meglio la gestione.

Confermato anche per il nuovo anno il fattore di pressione ambientale per impedire l’apertura di nuovi impianti in zone già a rischio e puntando l’attenzione su aree industriali dismesse. Altro capitolo riguarda il forte maltempo della fine di ottobre che ha portato la Regione a calcolare 30 milioni di euro di danni e di questi un terzo nel Bresciano. Rolfi ha parlato di un anticipo di risorse già arrivate per 7 milioni e di interventi da realizzare nel 2019.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.