Quantcast

Manuela Bailo, blitz carabinieri alla sede Uil

Una pattuglia è stata notata sul posto in via Vantini mentre i militari portavano all'esterno due computer. Da capire se sia tutto collegato al delitto.

(red.) Mentre Fabrizio Pasini dal carcere di Canton Mombello a Brescia continua a dire di non tagliato la gola a Manuela Bailo, le indagini vanno avanti a pieno ritmo. Secondo quanto scrive BsNews.it, martedì mattina 4 settembre una pattuglia dei carabinieri ha raggiunto la sede della Uil in via Vantini – dove lavorava la vittima e anche Pasini prima dell’espulsione – per portare via due computer.

Ancora non è chiaro se l’operazione sia collegata al delitto della 35enne di Nave e se il materiale sia posto sotto sequestro. Di certo i militari sono stati visti con i due supporti informatici mentre uscivano dalla sede del sindacato.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.