BreBeMi “elettrica“: camion vanno come i tram

La società di Franco Bettoni presenterà l'iniziativa l'8 settembre. I mezzi pesanti interessati saranno alimentati da un sistema di piloni e linee aeree.

Più informazioni su

(red.) E’ una rivoluzione nella viabilità quella che BreBeMi, a capo dell’omonima autostrada, sta studiando e che presenterà l’8 settembre a Castenedolo, nel bresciano. Si tratta di “Cal BreBeMi” per rendere elettrico un tratto dell’autostrada. I camion interessati prima alla sperimentazione e poi al servizio avranno un pantografo sul tetto della motrice e collegandosi a piloni e linee elettriche. Esattamente come succede per i tram. La terza corsia, invece, sarà rivolta ai nuovi tir ibridi.

Si partirà con i primi 5 chilometri e la sperimentazione durerà sei mesi. Ad accompagnare BreBeMi in questa attività ci sono Siemens Mobility e Scania che già hanno partecipato a un progetto simile in Svezia e al quale la direttissima Brescia-Milano si ispira. Saranno anche installati dei poli fotovoltaici per alimentare gli stessi camion in transito e le stazioni di servizio. BreBeMi spera di finanziare questo progetto tramite i fondi europei del programma e-Highway2050.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.